Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 880
MODICA - 27/11/2013
Cronache - Il giudice di pace ha restituito al gelataio la patente sospesa dalla Prefettura

"Don Giuggìnu ´re gelati" torna a guidare

La patente era stata sospesa dopo che il gelataio, difeso dall’avvocato Giovanni Di Pasquale, aveva investito senza accorgersene una ragazza Foto Corrierediragusa.it

«Don Giuggìnu ‘re gelati» (foto), al secolo Giorgio Di Rosa, il gelataio più longevo e famoso della Città della Contea, ritorna a guidare la sua inconfondibile «Fiat 127» bianca «furgonata» per distribuire gelati e granite, come recita la scritta «retrò» sul veicolo. Il giudice di pace ha difatti annullato la sospensione della patente di guida decisa dalla Prefettura e pertanto «Don Giuggìnu» potrà tornare al volante del suo mezzo da lavoro. Il giudice di pace ha deciso in tal senso alla luce dell’esito positivo della visita della commissione medica locale che ha ritenuto il modicano idoneo alla guida alla rispettabilissima età di 82 anni suonati, e anche perché fare il venditore ambulante di gelati è l’unico mezzo di sostentamento per Di Rosa, che, in queste settimane, si è dovuto giocoforza servire di un autista per continuare a lavorare.

La patente era stata sospesa dopo che il gelataio, difeso dall´avvocato Giovanni Di Pasquale, aveva investito senza accorgersene una ragazza in scooter senza fermarsi a prestare soccorso.