Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 658
MODICA - 24/11/2013
Cronache - A conclusione il processo a carico di Leonora Marchesi e Caterina Fidone

Sesso e pestaggio a vecchietto: condanna e assoluzione

In una delle ultime udienze fu reso noto in aula che ci sarebbe stato almeno un rapporto sessuale consumato tra una delle due imputate e l’anziano

Una condanna e un’assoluzione per le due donne che nell’ottobre 2012 si conquistarono la fiducia di un anziano di 72 anni, lo fecero salire sulla loro auto e lo rapinarono del portafogli contenente appena 75 euro, dopo avergli fratturato una costola e procurato delle lesioni. Per questa vicenda, portata alla luce dallo stesso anziano con una denuncia in commissariato, sono finite sotto processo Leonora Marchesi, 51 anni, originaria di Cremona ma da anni residente a Modica, già nota per estorsione, e la sua giovane amica incensurata Caterina Fidone, 24 anni, dopo gli arresti effettuati dagli agenti. Il collegio penale ha adesso assolto la Fidone, difesa dall’avvocato Michele Giannone, condannando invece la Marchesi, assistita dall’avvocato Enrico Platania, a cinque mesi di carcere, pena sospesa. La pubblica accusa aveva invocato la condanna per entrambe le imputate a quattro anni di reclusione e 5mila euro di multa ciascuno. Le due donne dovevano rispondere di rapina aggravata e lesioni personali gravi in concorso.

In una delle ultime udienze fu reso noto in aula che ci sarebbe stato almeno un rapporto sessuale consumato tra una delle due imputate e l’anziano da loro stesse malmenato e rapinato in un secondo tempo. La circostanza fu sostenuta dinanzi ai giudici da Caterina Fidone, secondo cui la sua complice avrebbe fatto sesso con il 72enne modicano nella casa che dividevano in locazione a Modica Alta. La Marchesi, sentita successivamente, riferì invece che non ci fu un rapporto completo, ma solo baci e carezze. Le due imputate negarono pure di aver malmenato l’anziano, sostenendo che il portafogli scivolò dalla tasca dei pantaloni dell’uomo, che, non avvedendosene, cominciò a scherzare in maniera «pesante».