Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1173
MODICA - 21/11/2013
Cronache - Erano stati arrestati dalla polizia in 2 distinte operazioni

Scarcerati ladro di macchinette e spacciatore di droga

Sono tornati liberi il 41enne Gino Rosa, di Modica, e il 35enne tunisino Dakhil Majiri

Scarcerati due detenuti a suo tempo arrestati in altrettante distinte operazioni per reati differenti. Sono tornati liberi il 41enne Gino Rosa, di Modica, e il 35enne tunisino Dakhil Majiri, entrambi difesi dall’avvocato Giovanni Favaccio. Il modicano fu arrestato dalla polizia nel giugno dello scorso anno nell’ambito dell’operazione «Insert Coin» insieme ad altri due complici, perché ritenuti i componenti della presunta «banda dei video poker», specializzata nello scassinamento di macchinette in bar e locali commerciali di Modica e Pozzallo, dalle quali rubavano le monete. Il bottino sarebbe stato utilizzato per acquistare droga a Vittoria, Gela e Catania, per uso personale ma anche per spacciarla a Modica.

E’ tornato in libertà pure Dakhil Majri arrestato a luglio del 2012 dalla polizia per detenzione ai fini di spaccio di circa 170 grammi di droga in un’abitazione del quartiere Sbalzo. L’uomo era ai domiciliari, anche perché dializzato. Sia Rosa che Majiri sono stati sottoposto all’obbligo di dimora a Modica.