Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 414
MODICA - 03/10/2007
Cronache - Modica - Condanna inflitta dal gup in udienza preliminare

Incensurato con un chilo
di hascisc: tre anni e sei mesi

Era stato arrestato dalla polizia Foto Corrierediragusa.it

Tre anni e sei mesi di carcere per Marcello Prati, l’incensurato originario di Brescia finito in manette lo scorso aprile a Pozzallo in flagranza di reato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio.

Il 42enne, difeso dall’avvocato Rinaldo Occhipinti, è stato giudicato dal gup Fabio Ciraolo con il rito abbreviato, assieme al giovane assuntore che la polizia aveva seguito da Ispica fino alla cittadina marina. Per lui la condanna è stata di otto mesi.

Il pm Domenico Platania aveva chiesto cinque anni per Prati e due per il tossicodipendente ispicese. Erano stati gli uomini della squadra mobile a scoprire un chilo di hascisc nell’abitazione di Prati che, nell’ambito dell’interrogatorio in carcere, non negò nulla, anche alla luce dell’evidenza dei fatti.

In casa deteneva ben cinque panetti di droga leggera, parte della quale era stata appena venduta al giovane assuntore che i poliziotti avevano seguito da Ispica. Dopo qualche decina di minuti di appostamenti, gli agenti fecero irruzione nell’appartamento di Prati proprio mentre stava avvenendo la compravendita della droga.