Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 575
MODICA - 20/10/2013
Cronache - La vicenda giudiziaria dell’uxoricida modicano Orazio Toscano

Uccise moglie a Modica: in Cassazione udienza a fine mese

L’uomo nel marzo 2010 strangolò la moglie Maria Concita Russo

E’ stata fissata al 31 ottobre prossimo dinanzi ai giudici della Corte di Cassazione di Roma l’udienza a carico dell’uxoricida 42enne di Modica Orazio Toscano. L’avvocato di fiducia Saverio La Grua aveva difatti deciso di ricorre al massimo grado di giudizio per annullare la decisione di sottoporre l’uomo ad un ricovero di tre anni in una casa di cura e di assistenza psichiatrica dopo che finirà di scontare la pena detentiva in una cella del carcere di Modica. Si tratta di una misura di sicurezza che non era stata applicata dal gup di Modica e per questo motivo la Procura della Repubblica aveva proposto appello. Proprio su questi aspetti l’avvocato La Grua aveva praticato la strada della Cassazione, ritenendo inammissibile l’appello del pm contro la sentenza di primo grado di condanna a 16 anni di reclusione, con il giudizio abbreviato, pena poi ridotta di due anni dalla Corte d’Appello di Catania.

L’uomo nel marzo 2010 strangolò la moglie Maria Concita Russo, 36 anni, colpendola poi alla testa con una grossa pietra al culmine di una lite scoppiata a tarda serata nell’auto parcheggiata in una stradina che costeggia il cimitero.