Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 1271
MODICA - 13/10/2013
Cronache - Si tratta di Antonino Lorefice

Coltivazione di droga in casa, una condanna

L’imputato, che ha scelto il rito abbreviato, è stato condannato a un anno e quattro mesi di carcere

Dovevano rispondere del reato di coltivazione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta di Antonino Lorefice e Giorgio Barone, di 34 e 39 anni, il primo originario di Modica, ma residente a Rosolini, e il secondo ispicese, per i quali è stato avviato un percorso giudiziario differente. Lorefice, che ha scelto il rito abbreviato, è stato condannato dal giudice Andrea Reale a un anno e quattro mesi di carcere, pena sospesa. Barone, che ha optato per il rito ordinario, sarà processato tra qualche mese. I fatti di cui entrambi gli imputati dovevano rispondere si sono verificati a Ispica il 7 novembre 2011.

Secondo l’accusa Lorefice e Barone avrebbero coltivato 18 piante di marijuana alte 40-50 centimetri e disposte lungo quattro filari paralleli tra loro, nonché una pianta rigogliosa di circa 150 centimetri in contrada Cucca a Ispica, all’interno di una serra di 20 metri quadrati circa e dotata di un sofisticato impianto di irrigazione e di termometro. Il tutto fu scoperto e sequestrato dai carabinieri che fecero altresì scattare le manette.