Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 531
MODICA - 13/10/2013
Cronache - L’incidente sul lavoro di giovedì scorso a Cava D’Ispica si è alla fine rivelato fatale

Morto agricoltore modicano Rizza

Il modicano è deceduto dopo oltre 72 ore di ricovero nel nosocomio etneo, dove era stato sottoposto a due operazioni chirurgiche Foto Corrierediragusa.it

Non ce l’ha fatta il 39enne agricoltore modicano schiacciato la scorsa settimana dal motozappa che stava scaricando dal trattore in un terreno di contrada Ciancia Porta di ferro a Cava d’Ispica. Il cuore di Giuseppe Rizza si è fermato ieri sera nella rianimazione del «Cannizzaro» di Catania, dove i medici erano riusciti a riattaccare il piede sinistro, semi amputato dalle lame del motozappa messosi accidentalmente in funzione mentre l’uomo lo stava scendendo dal trattore. Fatale si è rivelata una infezione che ha fatto precipitare il già grave quadro clinico reso critico anche dal trauma cranico con edema sub durale alla nuca provocato dalla caduta al suolo e da un importante trauma toracico. I medici hanno fatto il possibile per salvare la sfortunata vittima dell’incidente sul lavoro, ma non c’è stato nulla da fare.

Giuseppe Rizza era stato trasportato in elisoccorso al «Cannizzaro» poco dopo le ore 13 di giovedì scorso, subito dopo aver ricevuto le prime cure al «Maggiore» di Modica, dove i sanitari si erano resi conto della gravità della situazione. Il modicano è deceduto dopo oltre 72 ore di ricovero nel nosocomio etneo, dove era stato sottoposto a due operazioni chirurgiche, una alla testa per il riassorbimento dell’ematoma, e l’altra alla gamba per il riattaccamento del piede sinistro.