Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 831
MODICA - 16/09/2013
Cronache - Niente denunce per i giovinastri che hanno danneggiato le fioriere dei locali

Vandali modicani "graziati": i genitori hanno pagato i danni

Particolarmente colpito era stato il bar gelateria «Ciok cafè» di corso Umberto

Sono in tutto 15 i vandali individuati ma non denunciati dalla polizia nonostante siano i responsabili del raid vandalico notturno in centro storico ai danni di bar, pizzerie e locali commerciali. Si tratta di giovani di età compresa tra i 18 e i 20 anni residenti nella zona di Santa Teresa a Modica Alta. I genitori hanno pagato di tasca propria i danni causati dai figli, che, in virtù di ciò, hanno scampato la denuncia che i titolari dei locali commerciali danneggiati intendevano sporgere. I vandali, a quanto pare solo per puro divertimento, ovvero per vincere la noia, avevano spaccato fioriere, sradicato piante ornamentali e rovesciato tavoli e sedie. Particolarmente colpito era stato il bar gelateria «Ciok cafè» di corso Umberto, il salotto buono della città, dove i vandali avevano frantumato i vasi di terracotta delle fioriere, svuotando i contenitori pubblici della spazzatura.

L’immondizia era stata poi sparsa sul marciapiede, sulle auto in sosta e su tavoli e sedie del locale pubblico. Proprio il titolare del bar, che si trovava ancora nel locale a tarda sera per la contabilità, aveva trattenuto alcuni dei vandali, chiamando al contempo il 113. L’esercente è stato risarcito dei danni subiti, così come accaduto per gli altri locali presi di mira: il negozio di abbigliamento «Max’s», il bar «Caffè Macchiato», la pizzeria «La Contea», la gioielleria Cannata e la sala da barba Caruso.


17/09/2013 | 12.10.33
Saro

No, non stupidi, c********i!
Caro moderatore, probabilmente non pubblicherai questo commento, data la presenza della parolaccia, ma in fondo è giusto che questi ragazzi vengano chiamati per quello che sono. Dir loro "teppisti" o "delinquenti" o ancora "branco", serve solo a dar loro un´aura che questi ragazzi percepiscono quasi di importanza, di valenza, negativa, ma pur sempre di valenza. Anche l´etichetta negativa attira i ragazzi, soprattutto i più "vacanti", per cui togliamo ogni possibile equivoco e chiamiamo questi ragazzi come meritano, per come si sono comportati, come dei c********i, perché ci sono tanti idioti che provano un sottile gusto nel sentirsi etichettare in modo negativo, ma politically correct, però nessuno gode nell´essere etichettato come c********e: basta non comportarsi come tale.
Per questo, caro moderatore, le chiedo di pubblicare questo commento: non è volgare, è diretto ed educativo


16/09/2013 | 4.24.47
Peppe

Stupidi..