Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 622
MODICA - 28/08/2013
Cronache - Foglio di via obbligatorio per una coppia di comisani

Divieto di ritorno a Modica per i 2 ladri di liquori

Le manette erano scattate lo scorso luglio per furto aggravato e continuato in concorso

Foglio di via obbligatorio con il divieto di ritorno a Modica per i due ladri che avevano trovato un modo illegale per fare business ad investimento zero, rubando superalcoolici da un centro di distribuzione di generi alimentari di contrada Beneventano, sulla Modica – Ispica, che poi rivendevano a prezzi «stracciati» a titolari di bar del comprensorio. A finire in manette erano stati il 18enne senza fissa occupazione Francesco Romeo, e il 39enne Salvatore David Petriglieri, già noto per reati specifici e nato negli States da una famiglia di emigrati, entrambi comisani. Ai due, come accennato, è stato fatto divieto di ritorno a Modica senza preventiva autorizzazione degli uffici preposti. Romeo dovrà stare alla larga da Modica per tre anni, Petriglieri per due, come disposto dalla Questura di Ragusa dopo il foglio di via obbligatorio di cui entrambi sono stati destinatari dopo la scarcerazione. Le manette erano scattate lo scorso luglio per furto aggravato e continuato in concorso a seguito della denuncia del titolare del centro «Ag Distribuzione», che si era accorto di un ammanco di cassa di ben 30mila euro, accumulatosi nelle ultime settimane tra bottiglie di vini di pregio, vodka, rhum e whisky misteriosamente «scomparse» dagli scaffali.

L’assidua presenza dei due «clienti» (almeno un paio di volte a settimana) e il loro fare sospetto aveva alla fine messo una pulce nell’orecchio dei commessi, che, dopo aver seguito le mosse della strana coppia e rivisto più volte le immagini riprese dalle videocamere del sistema di sorveglianza a circuito chiuso della struttura, li avevano colti in flagranza mentre uscivano dal centro di distribuzione con una ottantina di bottiglie di superalcoolici del valore di circa mille euro, senza ovviamente essere passati dalla cassa. Da qui la telefonata alle forze dell’ordine, che, dopo gli accertamenti, avevano arrestato i due comisani.