Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 970
MODICA - 08/08/2013
Cronache - Dovrà comparire dinanzi al giudice lo sciclitano Giovanni Musumeci, 58 anni

Allevava 550 animali esotici, veterinario rinviato a giudizio

L’uomo allevava gli animali in un appezzamento di terreno di sua proprietà di contrada Colavecchio

Rinvio a giudizio per il veterinario sciclitano Giovanni Musumeci, 58 anni, coinvolto nell’operazione denominata «Corvo Imperiale» ed eseguita dal Corpo Forestale nel 2011. L’imputato comparirà dinanzi al giudice il prossimo 18 ottobre. L’uomo deteneva cicogne, corvi imperiali (da qui il nome dell’operazione), cavalieri d’Italia, pappagalli esotici di ogni tipo e persino una rarissima tartaruga da terra. Animali considerati «trendy» dagli sprovveduti che li acquistano non per amore, ma per mera ostentazione. Si tratta di esemplari di animali non commercializzabili perché protetti dalla cosiddetta «Convenzione di Washington», in quanto a rischio estinzione.

Il veterinario allevava gli animali in un appezzamento di terreno di sua proprietà di contrada Colavecchio, nell’agro sciclitano, poco distante dal torrente Modica – Scicli, dove il corpo forestale del nucleo operativo regionale di Palermo, sezione Cites, trovò circa 550 esemplari di volatili esotici, per un valore di oltre 200mila euro. Per il veterinario scattò la denuncia per maltrattamento di animali e commercializzazione vietata.