Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 734
MODICA - 27/06/2013
Cronache - Protagonista e vittima della vicenda una ragazza 20enne residente in Via Fontana

Ragazza vittima di bulli minaccia una donna con le forbici

La giovane, in evidente stato confusionale, fu sottoposta a trattamento sanitario obbligatorio, poi annullato per mancanza dei presupposti giuridici

Quando il bullismo può provocare effetti devastanti nella già debole psiche di una persona, nella fattispecie una ragazza 20enne residente in Via Fontana. La giovane e tutta la sua famiglia, sono diventati il bersaglio di un gruppo di giovani bulli, molti dei quali all’epoca dei fatti minorenni. Per questa brutta vicenda, cominciata già nel 2006, è finito adesso sul banco degli imputati il 27enne modicano Giovanni Cavallo, accusato di stalking. La posizione degli altri quattro imputati è stata invece stralciata perché all’epoca dei fatti, come accennato, erano minorenni. In aula, quindi, saranno rievocati gli episodi ai danni della ragazza 20enne e dei suoi familiari tutti, costituitisi parte civile tramite l’avvocato Giuseppe Biscari. Gli episodi di molestie e persecuzioni raggiunsero il parossismo ad inizio estate 2011.

La giovane L.C. giunse all’esasperazione, fino al punto da minacciare con un paio di forbici, ma senza ovviamente l’intenzione di fare del male, la madre di uno dei suoi persecutori, perché non avrebbe convinto il figlio ed i suoi amici a desistere da quegli atteggiamenti di sfottò ai danni della vittima. La giovane, in evidente stato confusionale, fu sottoposta a trattamento sanitario obbligatorio, poi annullato per mancanza dei presupposti giuridici dall’allora giudice tutelare Sandra Levanti, che la convinse a sporgere querela. Prossima udienza il 20 gennaio.