Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 535
MODICA - 21/06/2013
Cronache - Chiuso il processo di primo grado a carico del 64enne

Il mago Nazzareno assolto dal reato di violenza sessuale

Il mago aveva ribadito di non aver mai costretto nessuno a recarsi nei suoi due studi medici abusivi di Modica, al quartiere d’Oriente, e di Solarino, in provincia di Siracusa

Era accusato di violenza sessuale, circonvenzione d’incapace e truffa. Il mago Nazzareno Puglisi, 64 anni, di Solarino, è stato assolto dal collegio penale dalle prime due accuse, mentre è stato condannato per il terzo reato a otto mesi di reclusione, con la sospensione condizionale. Assoluzione anche per la coimputata Lucinda Insolia, compagna del pranoterapeuta finito alla sbarra dopo le denunce di alcuni clienti e per il quale la pubblica accusa aveva invocato la condanna a quattro anni. L’imputato ha sempre rigettato buona parte dei reati contestati, accusando a sua volta le persone che lo denunciarono. Puglisi aveva asserito d’essere in possesso di un attestato conseguito in Australia che lo autorizzava ad insegnare le pratiche di pranoterapeuta, ma non anche di esercitare la professione in prima persona. In ogni caso, come a suo tempo specificato in aula, questo attestato non sarebbe comunque risultato valido in Italia.

Il mago aveva ribadito di non aver mai costretto nessuno a recarsi nei suoi due studi medici abusivi di Modica, al quartiere d’Oriente, e di Solarino, in provincia di Siracusa. Puglisi, che aveva rigettato strenuamente le accuse di violenza sessuale rivoltegli da alcune sue clienti, aveva precisato che nessuno si lamentò mai dei suoi servigi, che non sarebbero mai sfociati nell’occulto.