Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 829
MODICA - 06/06/2013
Cronache - Conseguenze per i sei presunti componenti dell’equipaggio della «Osman»

Nave turca con una tonnellata di droga: giudizio immediato

La droga era suddivisa in 908 panetti del valore di circa 8 milioni di euro

Giudizio immediato per i sei presunti componenti dell’equipaggio della motonave turca «Osman» che solcava i mari con il suo scottante carico di 855 chili di hahsish. La richiesta di giudizio immediato è stata avanzata al gup a seguito delle indagini dirette dal sostituto procuratore Gaetano Scollo e coordinate dal procuratore Francesco Puleio e riguarda i cinque turchi e l’egiziano finiti in manette: Okan Ahmet Ugur, Arpacioglu Zafer, Bebek Bulent, Suticen Mehmet, Oztekin Ibrahim e Logle, tutti di nazionalità turca, e Mansor Farag Mohamed, di nazionalità egiziana. Il fiume di droga che transitava via mare era stato scoperto e bloccato dalla Guardia di finanza del comando provinciale di Ragusa con l’operazione internazionale «Mare nostrum». La motonave era stata intercettata in acque internazionali, nel mar Mediterraneo a 35 miglia da Malta, ritenuto essere il crocevia per lo spaccio di droga nell’Africa nordorientale e in Libia.

La droga era suddivisa in 908 panetti del valore di circa 8 milioni di euro contenuti in sacchi di juta, alcuni dei quali erano stati buttati in mare dai marinai nel corso dell’inseguimento e poi recuperati dai finanzieri che hanno pure esploso dei colpi d’arma da fuoco in aria per rendere possibile il difficoltoso abbordaggio. I sei marinai per i quali è stata fatta richiesta dalla procura di giudizio immediato erano stati ammanettati e rinchiusi nel carcere di Modica con l’accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.