Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 944
MODICA - 01/06/2013
Cronache - Con la formula perché il fatto non sussiste

Omicidio colposo: assolto il medico Carlo Sigona

Il pm aveva chiesto la condanna a dieci mesi

E’ stato assolto perché il fatto non sussiste dall’accusa di omicidio colposo il medico all’epoca dei fatti in servizio al presidio territoriale d’emergenza di Pozzallo. L’assoluzione con formula piena è stata decisa dal gup Maria Rabini nei confronti dell’imputato Carlo Sigona, 48 anni, difeso dagli avvocati Giulio Ottaviano e Rocco Guarnaccia. Il pm Alessia La Placa aveva chiesto la condanna a dieci mesi. I fatti si riferiscono al 2011 quando una 63enne modicana residente a Marina Marza si recò al Pte accusando forti dolori addominali. Il medico imputato, dopo aver effettuato tutti gli esami del caso, compreso l’elettrocardiogramma, dai quali non risultò nessuna patologia grave, spedì a casa la donna, che, dopo poche ore, morì.

Il decesso fu causato da un infarto, di cui però la vittima non presentò i sintomi tipici. Anche alla luce della mancanza del nesso di causalità, evidenziata dal difensore, il gup ha deciso per l’assoluzione. In origine c’era un altro indagato, la cui posizione fu però archiviata. Si tratta del medico in servizio alla guardia medica di Pozzallo dove la donna si presentò prima di essere spedita al Pte dallo stesso medico, che, a quanto pare, sospettò potesse trattarsi d’infarto, senza però avvisare il collega a carico del quale scattò poi la denuncia.