Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 622
MODICA - 29/05/2013
Cronache - La studentessa ha compiuto gli anni proprio nel giorno della sfiorata tragedia. Parlano i 2 insegnanti

Scolaresca scampata a rogo pullman

L’automezzo avvolto dalle fiamme non è tuttavia esploso perché alimentato a gasolio
Foto CorrierediRagusa.it

Più che di miracolo preferiscono parlare di sangue freddo i due insegnanti dell’istituto musicale «Verga» di Modica scampati, con i loro 23 alunni tra i 14 e i 18 anni e l’autista, all’incendio del pullman sul quale viaggiavano martedì sera lungo la Palermo – Catania. Nessuna vittima ma tanta apprensione a Tremonzelli, nota come la galleria dei misteri per gli eventi strani che vi accadono. «Per me non esiste nessun enigma o evento sovrannaturale – dice il professore Peppe Scucces – ma la circostanza spiegabilissima di un guasto al motore, forse a causa di un surriscaldamento o di un corto circuito. Certo è singolare che ciò sia accaduto proprio dopo aver percorso circa mezzo chilometro di galleria, ma reputo si tratti solo di un mero caso». Eppure la galleria di Tremonzelli è nota per le numerose testimonianze di automobilisti che non riescono a darsi una spiegazione su quanto avviene in quel tunnel: auto in tilt, blackout improvvisi all’impianto elettrico dei mezzi che restano in panne e, adesso, le fiamme che si sono sprigionate all’improvviso dal pullman sul quale viaggiava la scolaresca.

L’automezzo avvolto dal rogo non è tuttavia esploso perché alimentato a gasolio. «Appena resici conto di ciò che stava accadendo – prosegue il docente Scucces – abbiamo detto all’autista di aprire le porte. E così mentre la collega faceva scendere in maniera ordinata gli alunni dal mezzo, io mi sinceravo che nessuno di loro fosse rimasto all’interno, mentre già le fiamme si sprigionavano dal vano motore. Poi – prosegue Scucces – il lento camminare a ridosso della parete dell’angusto tunnel, dove insiste pure un canale di scolo che rende ancora più critiche le già precarie condizioni della galleria, mentre i primi automobilisti si fermavano per darci un passaggio verso l’uscita. La galleria era già invasa dal denso e acre fumo, ma noi in un quarto d’ora circa – conclude Scucces – avevamo già guadagnato l’uscita». Poco prima dell’una di notte, gli alunni avevano raggiunto Modica, riabbracciando i preoccupati genitori. I ragazzi, illesi ma scioccati, ieri mattina non sono andati a scuola, pur avendo sentito i loro compagni al cellulare per rassicurarli.

«Siamo ovviamente felici e sollevati che tutto sia finito bene», dice una studentessa 16enne amica del cuore di una delle ragazze che ha vissuto questa disavventura proprio nel giorno del suo compleanno, che, a questo punto, difficilmente dimenticherà. «Mi piace pensare che i ragazzi possano ricordare questa giornata soprattutto per il bellissimo spettacolo musicale visto al teatro «Politeama», e non solo per quello che io definisco solo uno spiacevole inconveniente, piuttosto che una scampata tragedia», dichiara il dirigente scolastico Alberto Moltisanti. Proprio il preside si è prodigato da Modica nel fornire in tempo reale notizie ai preoccupati genitori, accogliendo gli studenti al loro arrivo in città a tarda notte. Alcuni genitori hanno poi rivolto parole di ringraziamento ai due coraggiosi docenti.

«Mi ha commosso in particolare – dice la professoressa Loredana Vernuccio – l’accostamento mio e del mio collega al capitano e al suo vice che, mentre la nave affonda, si prodigano nel salvare i passeggeri. Abbiamo solo fatto il nostro dovere di docenti, e, nel mio caso, pure di mamma, perché mi considero un po’ madre di tutti questi ragazzi». Una disavventura a lieto fine, dunque, in quella galleria che, nonostante tutto, mantiene il suo alone di mistero.

Nella foto in alto da sx la docente Loredana Vernuccio, il preside Alberto Moltisanti e il professore Peppe Scucces

L´INCIDENTE NELLA GALLERIA DEI "MISTERI"
Una tragedia scampata forse grazie ad un autentico miracolo quella che ha risparmiato un´intera scolaresca di Modica. Il gruppo stava tornando a Modica dopo avere assistito alla performance del maestro Salvatore Accardo al teatro Politeama di Palermo. Gli alunni del Liceo Linguistico Musicale "Giovanni Verga" composto da 23 ragazzi e 2 insegnanti a bordo di un pullman hanno vissuto una esperienza terribile, per fortuna senza nessuna vittima. Il pullman aveva percorso gran parte della galleria di Tremonzelli in direzione Catania quando d’un tratto le fiamme si sono sprigionate presumibilmente dal vano motore e poi è esploso. Secondo una prima ricostruzione l’autista del mezzo ha subito compreso quello che stava succedendo. Ha visto del fumo uscire dal vano motore, poi le fiamme. Ha fatto scendere tutti i passeggeri gridando di correre. Una corsa di trecento metri che li ha salvati. Non appena i ragazzi e gli insegnanti erano ad una certa distanza il pullman è esploso. Evidente le fiamme sono risalite fino alla tanica provocando un’esplosione che poteva conseguenze tragiche per tutti i passeggeri del pullman.

I ragazzi, insieme alle loro due insegnanti, sono stati immediatamente trasferiti a bordo di altri mezzi che in quel momento stavano percorrendo lo stesso tratto di strada, ancor prima che il pullman fosse interamente avvolto dalle fiamme. Una decina di automobilisti si sarebbero fermati per soccorrerli, facendoli uscire dal mezzo per salvarli. Molti di loro, in corsa, avrebbero fatto retromarcia pur di dare una mano ai passeggeri. L´incendio, le cui cause sono ancora da accertare, è divampato intorno alle 21: quando è stato lanciato l´allarme sul posto sono arrivate diverse squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale di Palermo e dei distaccamenti di Petralia e Termini Imerese.

L´autostrada A19 è quindi stata chiusa al traffico delle auto per permettere ai pompieri di spegnere totalmente l´incendio ed effettuare i rilievi: il tunnel, inseguito al fumo nero è risultato impercorribile. Sul posto sono arrivate due pattuglie della polizia stradale, di Buonfornello e Caltanissetta ed anche le ambulanze del 118: non risultano feriti, soltanto uno dei passegegri è stato trasportato all´ospedale nisseno per intossicazione.

I primi ad arrivare i sanitari del 118, coordinati dal dirigente Gaetano Marchese, non sono riusciti subito a raggiungere il mezzo che bruciava e verificare se c’erano feriti o peggio vittime. Hanno dovuto attendere l’arrivo dei vigili del fuoco. All’interno c’era tantissimo calore e un fumo irrespirabile. Una volta arrivati i vigili del fuoco sono riusciti a farsi largo tra le fiamme e il fumo e verificare che nessuno si era fatto male. Qualche vigile del fuoco ha avuto bisogno dell’assistenza degli operatori del 118. L’aria all’interno del tunnel era irrespirabile. Il pullman avrebbe iniziato a prendere fuoco mentre viaggiava in galleria. Nella zona della galleria sono arrivati gli agenti della polizia stradale di Buonfornello, coordinati dal comandante Francesco Giambelluca. Saranno loro ad accertare quanto è successo e soprattutto per quale motivo il pullman ha preso fuoco. Per i ragazzi tantissima paura. Hanno corso tantissimo per mettersi in salvo. Da lì era passato poco prima un pullman che li ha presi e portati a casa. Una tragedia sfiorata. Alla fine solo un insegnante, che si trovava nel del mezzo è rimasto intossicato dal fumo ed è stata trasportata all’ospedale di Caltanissetta.

Certo è che nella galleria di Tremonzelli più di una volta si sono verificati strani incidenti. Numerose le testimonianze di automobilisti che non riescono a darsi una spiegazione su quanto avviene in quel tunnel. In più di un’occasione si sono verificati. Auto in tilt. Black out improvvisi dei mezzi. Adesso questo nuovo episodio che ha messo tantissima paura ad una scolaresca che aveva da poco lasciato il capoluogo per tornare a casa. Intanto l’autostrada A19 è rimasta chiusa in direzione Catania per ore. Non è escluso che sarà difficile riaprirla visto che la galleria a causa dello scoppio è stata danneggiata. Così prima di aprirla al traffico occorreranno alcune verifiche che saranno eseguite dai tecnici dell’Anas e dei vigili del fuoco. Testo: Blogsicilia.it - Foto: Livesicilia.it


eroe
29/05/2013 | 0.16.07
marco

sei un ´eroe grazie di cuore