Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1024
MODICA - 26/05/2013
Cronache - Domiciliari per il 35enne tunisino su ordinanza del gip

Di nuovo ai domiciliari il pusher dializzato

L’uomo è difeso dall’avvocato Giovanni Favaccio

Arresti domiciliari per il tunisino 35enne che spacciava droga da casa nonostante la debilitante condizione di dializzato. Per Majiri Dakhil il gip Elio Manenti ha adesso emesso una nuova ordinanza di custodia cautelare alla luce delle nuove accuse a carico del tunisino, saltate fuori nell’ambito delle ulteriori indagini effettuate dalla polizia, che ha sentito diversi testimoni. L’uomo è difeso dall’avvocato Giovanni Favaccio. Stando alle indagini, l’uomo aveva trasformato la sua abitazione di via Sbalzo, al quartiere Catena, in una specie di supermarket della droga, con un assortimento di cocaina, eroina, hashish e marijuana.

Per «stanare» lo spacciatore, la polizia aveva dovuto operare di notte, scegliendo con cura una casa diroccata per gli appostamenti. Dalla perquisizione domiciliare erano saltate fuori 270 dosi di hashish, 150 di marijuana, 100 dosi di cocaina e altre 30 di eroina, tutte già pronte per lo smercio al minuto e per un valore complessivo sul mercato nero della droga di circa 40mila euro.