Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 930
MODICA - 12/04/2008
Cronache - Modica - Operazione di controllo del territorio

Modica: 2 arresti dei Carabinieri

Oltre 20 i militari impegnati Foto Corrierediragusa.it

Due arresti ed una serie di controlli lungo la fascia costiera e nell’ambito del comprensorio. Venti uomini del comando della compagnia dei Carabinieri di Modica a bordo di dieci automezzi hanno proceduto ad una operazione di controllo del territorio che ha portato all’arresto di un cittadino polacco di 38 anni. Robert Wirzykowski è stato colto in flagranza di reato mentre caricava sulla propria macchina pezzi di ricambio di diversi autoveicoli parcheggiati all’interno di un deposito in contrada Pozzo Pilato a Scicli.

L’uomo aveva scavalcato la rete di recinzione ed aveva caricato sul proprio mezzo il materiale rubato; la merce veniva recuperata dai carabinieri ed il cittadino polacco condotto presso la casa circondariale di piano del Gesù. I carabinieri hanno tratto in arresto anche Fabio Di Filippo, 38 anni, già maresciallo della marina militare.

L’uomo, residente a Pozzallo, era destinatario di un ordine di carcerazione della procura di Modica per avere messo in essere truffe ai danni di alcune banche e per essere stato trovato in possesso di 3mila carte di identità in bianco risultate false. Nel corso dell’operazione i carabinieri hanno anche controllato la posizione di dieci persone sottoposti agli obblighi della sorveglianza; le pattuglie dei militari dell’arma hanno anche attivato alcuni posti di controllo sequestrando quattro macchine. Otto gli esercizi pubblici controllati in tutto il comprensorio.


VENITE BENEDETTI DEL PADRE MIO
02/11/2011 | 18.57.09
FABIO DI FILIPPO

(Mt 25,31-46)
Venite benedetti del Padre mio.

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Quando il Figlio dell’uomo verrà nella sua gloria, e tutti gli angeli con lui, siederà sul trono della sua gloria. Davanti a lui verranno radunati tutti i popoli. Egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dalle capre, e porrà le pecore alla sua destra e le capre alla sinistra.......
Allora il re dirà a quelli che saranno alla sua destra: «Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla creazione del mondo, perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti a trovarmi».
Allora i giusti gli risponderanno: «Signore, quando ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, o assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando mai ti abbiamo visto straniero e ti abbiamo accolto, o nudo e ti abbiamo vestito? Quando mai ti abbiamo visto malato o in carcere e siamo venuti a visitarti?». E il re risponderà loro: «In verità io vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me».
Poi dirà anche a quelli che saranno alla sinistra: «Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli, perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e non mi avete dato da bere, ero straniero e non mi avete accolto, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato».
Anch’essi allora risponderanno: «Signore, quando ti abbiamo visto affamato o assetato o straniero o nudo o malato o in carcere, e non ti abbiamo servito?». Allora egli risponderà loro: «In verità io vi dico: tutto quello che non avete fatto a uno solo di questi più piccoli, non l’avete fatto a me».
E se ne andranno: questi al supplizio eterno, i giusti invece alla vita eterna».