Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 893
MODICA - 20/05/2013
Cronache - L’operazione condotta dai carabinieri nella cittadina marinara

Antidroga "Cabrera": patteggia un anno Stefania Zacco

La ragazza fu coinvolta assieme ad una ventina di giovani pozzallesi

Ha patteggiato un anno di carcere Stefania Terranova, coinvolta assieme ad una ventina di giovani pozzallesi nell’operazione antidroga «Cabrera» condotta dai Carabinieri a Pozzallo lo scorso giugno. Il patteggiamento della ragazza si è tenuto dinanzi al gup Maria Rabini, che ha applicato la pena con il consenso del pm Francesco Puleio. Nella precedente udienza preliminare aveva patteggiato pure Vittorio Pizzo, al quale il gup aveva applicato quattro anni e quattro mesi di reclusione. Erano invece stati ammessi al giudizio abbreviato Giuseppe Ciccazzo, Leandro Scolaro e Andrea Di Stefano. Altri 15 imputati erano stati rinviati a giudizio al prossimo 24 giugno, cosi come chiesto in precedenza dallo stesso pm.

Dovranno quindi comparire dinanzi ai giudici, nella prima udienza del processo a porte aperte, Giovanni Ammatuna, Graziano Arena, Danilo Arrabito, Giovanni Biazzo, Debora Borgia, Emiliano Cappello, Giovanni Davide Gambuzza, Sebastiano Morana, Carmela Paolino, Santo Randazzo, Lorenza e Mery Salonia, Samuel Scolaro, Alessia Spadola e Stefania Terranova, tutti giovani di Pozzallo di età compresa tra i 22 e i 32 anni. Gli imputati dovranno sono accusati di detenzione ai fini di spaccio di eroina. Debora Borgia, 23 anni, è altresì accusata di delitto di morte come conseguenza di altro delitto per aver ceduto al giovane pozzallese Luca Arezzo la sostanza stupefacente che ne causò il decesso per overdose.