Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 1059
MODICA - 27/04/2013
Cronache - Il presidente è categorico: "Restiamo autonomi"

No fusione camera civile Modica con Ragusa

Saranno messe in atto forme di protesta, anche per certi versi eclatanti Foto Corrierediragusa.it

La camera civile di Modica non ci sta e rigetta ogni qualsivoglia ipotesi di fusione con quella di Ragusa, come già avvenuto con la camera penale. Il presidente Enzo Rizza (foto) non ha dubbi su questa circostanza e anticipa che saranno messe in atto forme di protesta, anche per certi versi eclatanti, affinché non si verifichi pure per la camera civile quanto già avvenuto per quella penale, oggi un tutt’uno con quella di Ragusa. «Aborro la parola «fusione» – dice l’avvocato Rizza – e ritengo che la storia prestigiosa e ultra centenaria della camera civile debba proseguire ancora per lungo tempo, senza accorpamenti o altro. Non si può e non si deve – prosegue il legale – cancellare con un colpo di spugna anni e anni di consolidato spessore, solo per mere decisioni burocratiche calate dall’alto. La camera civile ha e deve mantenere una propria autonomia rispetto a quella di Ragusa, perché così è sempre stato e così è giusto che continui ad essere».

Una visione d’insieme condivisa pure dal segretario della camera civile, l’avvocato Stefania Spataro. Pur se Rizza non lo dice chiaramente, appare scontato che la scelta effettuata dai suoi omologhi della camera penale di Modica e di quella di Ragusa di procedere alla fusione non gli è affatto andata giù, se non altro per una coerenza d’insieme che traspare dall’atteggiamento dello stesso avvocato, ben deciso a portare avanti la sua battaglia fino in fondo. «Ancora non si sa che fine farà il tribunale – conclude Rizza – ma una cosa è certa: so quale dovrà essere il futuro della camera civile di Modica, almeno fin quando io ne sarò presidente». A proposito del futuro del tribunale, è stata anticipata al 5 luglio la data per la quale la Corte costituzionale dovrà pronunciarsi sulla questione di legittimità, la cui eccezione, presentata da alcuni avvocati, tra cui il presidente dell’ordine forense Ignazio Galfo, era stata rigettata lo scorso 17 aprile dal collegio penale presieduto dal giudice Antongiulio Maggiore. L’accorpamento del tribunale di Modica con quello di Ragusa è previsto per il 13 settembre.


Fallimento
27/04/2013 | 16.57.42
Irnerio

Non avete ancora capito che Modica è FALLITA! In tutti i sensi.


tribunale di Modica
27/04/2013 | 9.20.33
Giorgio

..non sono un esperto di giurisdizione, ma penso che l’istituzione tribunale di Modica debba essere difeso ad oltranza all’accorpamento con ragusa visto che ormai non sara’ piu’ provincia..