Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 1013
MODICA - 22/04/2013
Cronache - I 2 imputati hanno patteggiato la pena

Rubarono una "500": 2 anni e mezzo a coppia di Rosolini

Il processo a carico di Carmelo Garofalo e Domenico Franzò, rispettivamente ex commerciante e meccanico di 41 e 44 anni

Patteggiamento della pena per i due rosolinesi accusati di ricettazione dopo essere incappati, lo scorso settembre, in un posto di controllo della Polizia sulla Modica – Rosolini, nei pressi di Cava d’Ispica, mentre trainavano con un furgone una «Fiat 500» d’epoca rubata ad un autosalone di Catania. Carmelo Garofalo e Domenico Franzò, rispettivamente ex commerciante e meccanico di 41 e 44 anni, tramite i rispettivi legali hanno chiesto ed ottenuto di poter accedere al patteggiamento della pena, al quale non si è opposto il pm Diana Iemmolo. Garofalo e Franzò hanno rispettivamente patteggiato un anno e mezzo e un anno di carcere.

La pena, applicata dal giudice Corrado Celeste, è stata sospesa. Garofalo, che era alla guida del furgone, anziché fermarsi all’alt dei poliziotti pigiò sull’acceleratore. L’inseguimento si protrasse per qualche chilometro, con il furgone che zigzagava in maniera pericolosa, rischiando di speronare l’auto della Polizia e di provocare scontri frontali con gli altri mezzi che provenivano dalla corsia opposta, a tratti occupata controsenso dal furgone. Alla fine Garofalo fu costretto ad accostare. L’uomo proseguì la corsa a piedi, per i campi, prima d’essere ammanettato dagli agenti. Più agile il complice, Franzò, che riuscì a far perdere le proprie tracce, salvo poi consegnarsi di sua spontanea volontà ai poliziotti.