Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 902
MODICA - 19/04/2013
Cronache - Vittima il centauro F.I. prima ricoverato al "Maggiore" e poi trasferito in elisoccorso a Catania

Cade in moto, modicano grave a Catania

Sono intervenute due ambulanze del 118 Foto Corrierediragusa.it

Prognosi riservata per un centauro di 45 anni. L’uomo è stato prima ricoverato al reparto di Rianimazione dell’ospedale Maggiore per i gravi traumi riportati nell’incidente e trasferito nel pomeriggio in elisoccorso a Catania. Si dovrebbe trattare di un incidente autonomo visto che, secondo i primi rilievi, non erano in transito altri mezzi; la velocità o la tortuosità della strada potrebbero avere determinato il sinistro che si è verificato nella mattinata di ieri in contrada Santa Rosalia-Graffetta. F.I., modicano, stava percorrendo la strada provinciale quando ha perso il controllo della motocicletta sulla quale viaggiava.

La Yamaha è andata a finire contro un muro a secco trascinando con sé ad alta velocità per alcuni metri il centauro che nulla ha potuto per frenare la corsa del mezzo. Alcuni automobilisti in transito hanno dato subito l’allarme e sul posto sono intervenute due ambulanze del 118, di cui una con il rianimatore a bordo. L’uomo è stato trasferito al Pronto Soccorso dove le sue condizioni sonno apparse subito gravi ai medici. G.I. è tenuto sotto costante osservazione per i gravi traumi riportati alla testa, al torace ed alle gambe. Sul posto sono intervenuti i Vigili urbani che hanno rilevato l’incidente e provveduto a sequestrare la motocicletta.

Altri due incidenti sono stati rilevati dalla polizia locale, in Via Sacro Cuore e in Corso Umberto. Nel primo caso si sono scontrati un autocarro, condotto da B.V., e una Volvo, alla cui guida era G.Z.. La prima ha riportato una prognosi di sette giorni. Nel secondo incidente, una Opel Corsa, condotta da M.E.C., si è scontrata con un ciclomotore guidato dalla quindicenne E.P., che se l’è cavata con cinque giorni di prognosi.