Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1225
MODICA - 16/04/2013
Cronache - Gli atti rimessi al gup: si riparte da zero per chi aveva scelto il rito ordinario

Cassazione annulla sentenza Modica bene

Al non luogo a procedere per gli imputati del rito ordinario si era opposta la procura Foto Corrierediragusa.it

Annullata dalla Corte di Cassazione di Roma la sentenza di primo grado della vicenda giudiziaria nota come «Modica bene», i cui 18 imputati furono assolti con formula piena nel novembre 2011. L´indagine è stata condotta dalla Guardia di finanza di Modica e dal Comando provinciale di Ragusa.

L’annullamento della sentenza a suo tempo emessa dal gup del tribunale di Modica riguarda solo gli 11 imputati che avevano scelto il rito ordinario, rispetto ai 7 che erano andati assolti con il giudizio abbreviato e sui quali si pronuncerà la Corte d´appello di Catania.

La Cassazione ha quindi annullato la sentenza assolutoria per Bruno e Massimo Arrabito, Gabriele Giannone, Carlo Fiore, Giuseppe Sammito, Giuseppe Zaccaria, Giancarlo Francione, Marcello Sarta, Rosario Vasile, Vincenzo Leone e Giuseppe Piluso.

Gli atti saranno quindi rimessi al gup e il procedimento dovrà di conseguenza ripartire da zero. Al non luogo a procedere per gli imputati del rito ordinario si era opposta la procura, che aveva proposto appello avverso le sentenze di proscioglimento e al conseguente rigetto delle richieste di rinvio a giudizio per tutti gli imputati con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla concussione e al riciclaggio di denaro.

Nella foto la sede della Corte di Cassazione di Roma