Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1201
MODICA - 07/04/2008
Cronache - Modica - La Polizia li aveva sorpresi con un chilo di canapa indiana

Scarcerata la donna arrestata per droga. Agli arresti gli altri 3

Lo ha deciso il gip: si tratta di 2 pregiudicati e 2 incensurati Foto Corrierediragusa.it

Nonostante sia la principale indagata della vicenda di droga culminata sabato notte con quattro arresti, è stata rimessa ieri mattina in libertà la 28enne Giuseppa Bombardamento. Alla giovane, difesa dall’avvocato Giovanni Favaccio, il gip ha concesso la scarcerazione subordinata all’obbligo di dimora a Modica. Alla donna erano stati accordati fin da subito i domiciliari per permetterle di accudire il figlioletto.

La volontà della donna, peraltro incensurata, di collaborare con il magistrato, ha indotto quest’ultimo a revocarle gli arresti in casa. A Giuseppa Bombardamento è intestata l’auto sotto il cui sedile era nascosto il chilo di canapa indiana scoperto dalla polizia che aveva ammanettato, oltre alla giovane, il suo convivente Corrado Giglio, 40 anni, Piero Puglisi, di 32, e Giovanni Di Mauro, 28 anni.

A quest’ultimo, incensurato, il gip ha concesso i domiciliari. Gli altri due restano invece rinchiusi a Piano del Gesù. Mentre la donna ha riferito al magistrato una versione convincente dei fatti, gli altri tre arrestati si sono contraddetti più volte, fornendo versioni dei fatti piuttosto discordanti. Pare che Giglio e la Bombardamento si fossero recati a Rosolini per comprare i quattro panetti di canapa indiana da Puglisi e Di Mauro.

La droga sarebbe stata pagata ai due pusher rosolinesi dopo che la coppia modicana l’avrebbe rivenduta a un tunisino, con il quale avevano appuntamento a Marina di Modica. Proprio fin nella terza piazzetta della frazione balneare Puglisi e Di Mauro avevano seguito la coppia da Rosolini, per assistere alla compravendita con l’immigrato che, però, non si era fatto vedere. In compenso era saltata fuori la polizia, che aveva seguito i movimenti dei quattro già da qualche giorno, pedinandoli da Rosolini a Marina di Modica.

(Nella foto in alto una piantagione di cannabis)

Corrado Giglio Giuseppa Bombardamento Piero Puglisi
Giovanni Di Mauro