Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 899
MODICA - 05/04/2013
Cronache - Ancora un arresto per il modicano con il pallino del furto

Manette al dipendente comunale Sortino

Il giudice ha convalidato l’arresto del 48enne, al quale sono stati concessi i domiciliari Foto Corrierediragusa.it

Ci è ricascato il dipendente comunale modicano con il pallino del furto. Rosario Sortino (foto), 48 anni, è stato arrestato in flagranza dalla polizia per aver rubato all’interno dei locali di un’azienda specializzata nella vendita di ferramenta e legnami in contrada Michelica, nella zona artigianale. Sortino, introducendosi nell’edificio con il favore del buio, non si era accorto d’aver fatto scattare l’allarme collegato con il telefonino del titolare, che, ricevuto l’avviso, ha subito chiamato il 113. I poliziotti hanno subito notato gli infissi forzati e l’ambiente a soqquadro, con il registratore di cassa aperto. Del ladro nessuna traccia.

Epperò Sortino non aveva fatto in tempo a dileguarsi, come accertato dagli agenti che hanno passato al pettine fitto i locali, scovando il dipendente comunale acquattato dietro la porta del bagno, dove aveva cercato scampo nel vano tentativo di nascondersi. Il modicano aveva effettuato un «sopralluogo» qualche giorno prima, presentandosi nel locale come un normale cliente, con l’intenzione celata di guardarsi attorno per studiare l’ambiente ed agire di conseguenza. L’uomo era poi andato via, di fatto, senza acquistare nulla. Poi la «visita» notturna per alleggerire il locale commerciale di contante ed oggetti di pregio. Ma il bottino si era rivelato ben misero per Sortino, che, prima d’essere interrotto dall’inaspettato arrivo degli agenti, aveva fatto in tempo a mettersi in tasca appena 12 euro e un centinaio di francobolli.

Inevitabili quindi le manette con l’accusa di furto aggravato. Sortino, come accennato, non è nuovo a furtarelli del genere, per i quali è stato già più volte condannato. Ieri il giudice Corrado Celeste ha convalidato l’arresto del modicano, al quale sono stati concessi i domiciliari, con il consenso del pm Diana Iemmolo. L’avvocato di fiducia Rinaldo Occhipinti ha chiesto ed ottenuto di poter far giudicare il proprio assistito con il rito abbreviato, che sarà celebrato nell’udienza fissata per venerdì prossimo.