Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 663
MODICA - 31/03/2013
Cronache - Manette per un 27enne incensurato modicano

Mille euro e 82 grammi di droga: arrestato Nicastro

Il giovane, ammesso ai domiciliari, sarà processato per direttissima tra una settimana

Se è da tempo risaputo che il vizio del fumo fa male, non era mai stato dimostrato che può addirittura far scattare le manette. E’ quanto invece sperimentato suo malgrado da un 27enne incensurato modicano, Ignazio Nicastro. Il giovane, difatti, fermandosi ad un distributore automatico per acquistare un pacchetto di sigarette, ha involontariamente attirato su di sé l’attenzione dei Carabinieri, diventati ancora più sospettosi dopo che il 27enne era salito su un’auto parcheggiata a pochi metri dalla macchinetta e al cui volante vi era un coetaneo, pure lui di Modica. I due avevano difatti cominciato a confabulare, a tratti animatamente, fino all’intervento dei militari, che hanno intimato ai due 27enni di scendere dall’auto.

Dalla perquisizione personale effettuata dai Carabinieri, insospettiti dall’atteggiamento teso di Nicastro, sono saltati fuori circa quattro grammi di marijuana, più che sufficienti a giustificare il nervosismo del giovane. L’altro ragazzo è invece risultato «pulito». Ad ogni modo i militari hanno deciso di perquisire pure le abitazioni dei due giovani. Niente droga nella casa del modicano alla guida della macchina, mentre nel garage che Nicastro aveva arredato con alcuni mobili per farne il proprio «rifugio», sono invece stati scoperti 82 grammi di marijuana contenuti in tre sacchetti di cellophane ben sigillati.

E’ saltata fuori anche la cospicua somma contante di mille 160 euro, ritenuta essere dai militari provento dell’attività di spaccio. Inevitabili le manette per Ignazio Nicastro, che aveva tentato di giustificare il possesso della droga per uso personale. Una scusa che non ha convinto i militari, che hanno arrestato il 27enne per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio. Nicastro è già comparso dinanzi al giudice, che ha convalidato l’arresto, disponendo gli arresti domiciliari così come richiesto dal pm. Il giovane sarà dunque processato per direttissima tra una settimana, dal momento che il suo difensore di fiducia, l’avvocato Giulio Ottaviano, ha chiesto i termini a difesa.