Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 795
MODICA - 24/03/2013
Cronache - Il 13enne Stefano B. ha riaperto gli occhi nel reparto di rianimazione del "Garibaldi"

Operato al bacino 13enne caduto da tetto scuola

I medici mantengono la riserva sulla prognosi, ma i miglioramenti delle condizioni cliniche sono evidenti

E´ stato sottoposto ad un intervento chirurgico per la ricostruzione del bacino dopo il risveglio dal coma il 13enne Stefano B. Si tratta del ragazzino precipitato due settimane fa dal tetto di un edificio scolastico in costruzione e schiantatosi al suolo da un’altezza di otto metri. Il giovane, che resta ricoverato nella rianimazione del «Garibaldi» di Catania, ha quindi riaperto gli occhi consentendo ai medici, che mantengono la riserva sulla prognosi, di procedere con il nuovo intervento al bacino.

Il 13enne era già stato sottoposto a due operazioni chirurgiche: una per l’asportazione della milza, e l’altra per la rimozione di parte della teca cranica per consentire il riassorbimento dell’ematoma interno. Il giovane frequenta la terza classe della scuola «Poidomani». Proprio nell’edificio attiguo all’istituto comprensivo di via Sulsenti si era verificata la tragedia. Il 13enne era salito sul tetto per recuperare il pallone. La lastra di plexiglass sulla quale era incautamente passato il ragazzino non aveva però retto al suo peso, facendolo precipitare nel vuoto.