Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 729
MODICA - 21/03/2013
Cronache - Tornano liberi gli imputati Rasel Farouk e Raza Mosarf

Sbarco dei "mille": assolti 2 presunti scafisti egiziani

Il pm aveva chiesto per entrambi gli imputati la condanna a sei anni e sei mesi di carcere e al pagamento di 50mila euro di multa ciascuno

Processati e assolti per lo sbarco dei mille. Qui però i volontari di Garibaldi non c’entrano nulla, visto che alla sbarra ci sono due scafisti egiziani accusati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, in quanto ritenuti responsabili dello sbarco di 931 disperati al porto di Pozzallo nel maggio 2011. Gli imputati Rasel Farouk e Raza Mosarf, come accennato, sono stati entrambi assolti per non aver commesso il fatto, ai sensi del secondo comma dell’articolo 530 del codice di procedura penale relativo all’insufficienza di prove. La sentenza di assoluzione è stata emessa dal collegio penale presieduto dal giudice Elio Manenti.

Il pm Gaetano Scollo aveva chiesto per entrambi gli imputati la condanna a sei anni e sei mesi di carcere e al pagamento di 50mila euro di multa ciascuno. Farouk e Mosarf, difesi dall’avvocato Massimo Garofalo del foro di Ragusa, avevano già trascorso in carcere un anno e mezzo tra Modica, Lucera e Bari. Adesso sono stati rimessi in libertà, alla luce dell’assoluzione, che ha evidentemente tenuto conto della tesi difensiva, secondo cui le prove a suo tempo raccolte dagli investigatori si presentarono contraddittorie e lacunose, a cominciare dall’oggettiva impossibilità, da parte di due soli presunti scafisti, di poter governare un motopeschereccio carico di circa mille clandestini.