Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 733
MODICA - 18/03/2013
Cronache - La polizia ha stretto le manette ai polsi del 25enne Angelo Vinci

Eroina da Modica a Rosolini: un arresto

Il giovane arrestato era in compagnia della sua convivente, P.E., che se l’è cavata solo con una denuncia a piede libero Foto Corrierediragusa.it

Se lo spacciatore non va ai tossicodipendenti, sono questi ultimi che lo raggiungono fino a casa, addirittura in trasferta da una provincia all’altra. E così è accaduto che sono stati gli stessi assuntori a portare la polizia sulle tracce di un pusher di Rosolini, arrestato nella sua abitazione del piccolo centro della provincia di Siracusa, dove spacciava eroina. Le manette sono scattate per il 25enne Angelo Vinci (foto), già noto per reati di droga.

Il giovane era in compagnia della sua convivente, P.E., che se l’è cavata solo con una denuncia a piede libero. I tossicodipendenti avevano trovato in Vinci un punto di riferimento per assicurarsi le dosi, raggiungendolo fino a Rosolini. Ma proprio i movimenti degli assuntori abituali di droga erano tenuti sotto controllo dagli agenti del commissariato diretto dal vice questore aggiunto Maria Antonietta Malandrino, dopo i recenti casi di ricoveri per overdose da eroina. I recenti arresti effettuati in provincia, di cui gli ultimi due a Casuzze, avevano determinato una tabula rasa di pusher nel Modicano, inducendo i tossicodipendenti a cercare altrove, spingendosi fuori provincia.

Proprio a Rosolini gli assuntori avevano trovato in Vinci il loro nuovo canale di approvvigionamento, mettendo sul chi vive gli agenti, che avevano già notato un notevole andirivieni da Modica a Rosolini e viceversa. Gli appostamenti e i pedinamenti hanno consentito di trovare fondamento ai sospetti. L’irruzione in casa di Vinci ha permesso ai poliziotti di trovare otto dosi di eroina già confezionate per la vendita al minuto, oltre ad altra droga ancora da tagliare e al metadone utilizzato per la preparazione della sostanza stupefacente e contenuto in 18 fiale ancora piene.

Angelo Vinci è stato quindi arrestato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio in concorso con la giovane compagna, che, come accennato, è stata solo denunciata. Il 25enne è stato dunque rinchiuso nel carcere di Siracusa a disposizione dell’autorità giudiziaria. I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni come da direttive impartite dal questore Giuseppe Gammino.