Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 727
MODICA - 16/03/2013
Cronache - Il processo a carico del segretario regionale del Partito Repubblicano Italiano

Firme false in lista: in 4 si costituiscono parte civile

Nell’altro processo parallelo che si tiene a porte aperte sempre sulla stessa vicenda, i teste della pubblica accusa avevano confermato il contenuto delle denunce

Costituzione di parte civile per quattro delle 32 parti offese nel procedimento in udienza preliminare a carico del segretario regionale del Partito Repubblicano Italiano Gino Calvo per la vicenda delle firme dei sottoscrittori nella lista collegata al suo partito d’appartenenza. Si tratta della lista presentata per il rinnovo del consiglio provinciale del 13 e 14 marzo 2007 nella circoscrizione di Modica e dalla quale scaturirono numerose denunce in procura.

Ieri quattro delle 32 persone che non riconobbero come proprie le firme apposte sulla lista, sostenendo di conseguenza che fossero apocrife, si sono costituite parte civile dinanzi al gup, che ha poi rinviato il procedimento. Nell’altro processo parallelo che si tiene a porte aperte sempre sulla stessa vicenda, i teste della pubblica accusa avevano confermato il contenuto delle denunce, sostenendo in aula che le firme erano false e aggravando di conseguenza la posizione dell’imputato, difeso dall’avvocato Gianluca Gulino.