Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1169
MODICA - 16/03/2013
Cronache - Motivi passionali alla base della furiosa lite finita in tribunale

Pestaggio con una mazza da baseball per una donna

La lite scoppiata per motivi passionali a Scicli nell’ottobre 2011 ha portato in tribunale tre soggetti

Si pestano a sangue per la strada, poi si rincontrano per caso all’ospedale «Busacca» dove si erano recati per farsi medicare le rispettive ferite, e ricominciano a picchiarsi, stavolta servendosi pure di una mazza da baseball. La furiosa lite scoppiata per motivi passionali a Scicli nell’ottobre 2011 ha portato in tribunale tre soggetti, in qualità di imputati e parti offese al tempo stesso. Da una parte il 48enne M.C. e il figlio 21enne G.C., dall’altra colui che le ha buscate di più, ovvero il 40enne M.D., difeso dall’avvocato Giovanni Di Pasquale.

I primi due devono rispondere di lesioni aggravate, minacce e porto abusivo di armi atte ad offendere, mentre il terzo solo di lesioni. Alla base del violento alterco pare vi siano vicende di donne. Dalle parole si è quindi passati alle vie di fatto con calci e pugni per strada tra i tre contendenti. Poi il successivo «round» all’ingresso dell’ospedale, dove M.C. tirò fuori dall’auto una mazza da baseball con cui picchiò il 40enne. Nel frattempo qualcuno chiamò le forze dell’ordine che divisero i tre sciclitani. Adesso entrambi sono comparsi dinanzi al gup, che dovrà decidere se rinviarli a giudizio o proscioglierli.