Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 836
MODICA - 16/03/2013
Cronache - Condanna con il rito abbreviato ad un anno e quattro mesi

Truffa: condannato geometra modicano

L’uomo era finito in manette qualche mese fa al termine delle indagini scaturite dalla denuncia sporta dalla parte offesa Foto Corrierediragusa.it

Truffa aggravata e falso: per questi reati è stato condannato con il rito abbreviato ad un anno e quattro mesi di carcere e 600 euro di multa il geometra modicano di 51 anni Emanuele Avveduto. La sentenza è stata emessa dal giudice Francesca Aprile che ha condannato l’imputato, difeso dall’avvocato Piero Sabellini, pure al pagamento delle spese processuali. La sospensione della pena è subordinata al pagamento di una provvisionale di 10mila euro. Il pm Veronica Di Grandi aveva chiesto la condanna a due anni di reclusione e 400 euro di multa.

L’uomo era finito in manette qualche mese fa al termine delle indagini scaturite dalla denuncia sporta dalla parte offesa, costituitasi parte civile nel procedimento tramite l’avvocato Salvatore Giurdanella. L’imputato, secondo l’accusa, sfruttando il suo incarico di geometra in servizio all’ufficio urbanistico del comune di Modica, avrebbe truffato una coppia di coniugi, approfittando anche delle precarie condizioni mentali di una delle vittime, sottraendo con l’inganno la considerevole somma di 40mila euro.

L’imputato si presentò in occasione di un sopralluogo di esproprio effettuato sul terreno di proprietà della parte offesa e del coniuge, nelle vesti di dipendente comunale in servizio con la qualifica di geometra nell’Ufficio Urbanistico di Modica. Avveduto suggerì alla donna di vendere l’immobile oggetto dell’esproprio ad una impresa inesistente per la realizzazione di 82 alloggi residenziali, con un sicuro guadagno pari a 3 milioni 500mila euro circa.

Nella foto il tribunale di Modica