Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 1140
MODICA - 01/03/2013
Cronache - La vicenda giudiziaria della lista elettorale "taroccata"

Processo Calvo, teste non riconoscono firme in lista

Oltre a questo processo giunto alla fase dibattimentale, un altro procedimento per la medesima vicenda pende a carico dell’imputato Foto Corrierediragusa.it

«Le firme apposte sulla lista elettorale non sono nostre». Questo il tenore delle testimonianze rese in aula dalle parti offese nel procedimento a carico del segretario regionale del Partito Repubblicano Italiano Gino Calvo (foto) per la vicenda delle firme degli 88 sottoscrittori nella lista collegata al suo partito d’appartenenza, presentata per il rinnovo del consiglio provinciale del 13 e 14 marzo 2007 nella circoscrizione di Modica e dalla quale scaturirono numerose denunce in procura. I teste della pubblica accusa hanno quindi confermato il contenuto delle denunce, sostenendo in aula che le firme erano apocrife e aggravando di conseguenza la posizione dell’imputato, difeso dall’avvocato Gianluca Gulino.

Oltre a questo processo giunto alla fase dibattimentale, un altro procedimento per la medesima vicenda pende a carico di Calvo, come conseguenza di ulteriori denunce sporte in un secondo tempo dalle presunte parti offese. La lista non venne ammessa alla competizione elettorale in quanto presentata fuori tempo massimo e, soprattutto, perché mancavano alcune firme. E proprio su questo aspetto della vicenda furono incentrate le indagini della procura su Calvo, già consigliere provinciale e poi assessore comunale di Ragusa nella penultima giunta Dipasquale. Qualcuno appose difatti numerose firme false accanto ai nominativi dei sottoscrittori della lista elettorale. Il processo proseguirà ad ottobre.