Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 620
MODICA - 02/02/2013
Cronache - Un anno e tre mesi di carcere per un 26enne di Modica

Sesso in auto con una minore: condannato

Il ragazzo ha negato di avere mai offerto cocaina alla giovane Foto Corrierediragusa.it

Avrebbe convinto una minorenne a sniffare cocaina per fare sesso. Con questa accusa il modicano M.G., 26 anni, è stato condannato dal collegio penale presieduto dal giudice Antogiulio Maggiore a un anno e tre mesi di carcere. La pena è stata mite perché è caduta l’accusa di violenza sessuale, in quanto è stato successivamente accertato che il rapporto sessuale, consumato in auto, fu consensuale. Il pubblico ministero Alessia La Placa aveva proposto la condanna dell’imputato a un anno e 8 mesi di reclusione. Evidentemente i giudici hanno tenuto conto delle dichiarazioni spontanee rese dal giovane, il quale ha ammesso che sia lui che la ragazza erano brilli, avendo bevuto qualche bicchiere di troppo.

Il ragazzo ha però negato di avere mai offerto cocaina alla giovane, che si sarebbe mostrata disponibile a fare sesso. L’episodio risale ad un paio d’anni fa quando il padre della ragazza, non vedendola rincasare e non trovandola al telefonino, si rivolse alla polizia. Quando la minorenne tornò a casa, dichiarò d’essere stata violentata e costretta a sniffare coca. Il difensore dell’imputato ha dimostrato in aula che, dopo la denuncia, non fu effettuata sulla presunta vittima alcuna analisi clinica o tossicologica che avvalorasse le accuse mosse al giovane.