Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 841
MODICA - 18/01/2013
Cronache - Il modicano titolare di una ditta edile aveva assunto anche 8 lavoratori in nero

Evasione: imprenditore edile modicano denunciato

I reati ipotizzati riguardano le violazioni per l’omessa presentazione della dichiarazione annuale ai fini delle imposte dirette e dell’Iva Foto Corrierediragusa.it

Oltre 800mila euro di evasione fiscale in tre anni e otto lavoratori assunti in nero nell’azienda edile di cui è titolare. Non si è rivelato un contribuente modello un imprenditore modicano scoperto e denunciato dalla Guardia di finanza. La ricostruzione del reddito non è stata facile. I verificatori fiscali sono stati costretti a effettuare ricerche documentali non solo nella sede della società edile, ma anche nell’abitazione e nella auto dell’imprenditore, per trovare fatture e altra documentazione utile a ricostruire il giro d’affari dell’uomo, che aveva continuato ad emettere fatture che poi non registrava in maniera sistematica. Numerosi i controlli incrociati per stabilire se vi fossero ulteriori lavori eseguiti dalla ditta edile di Modica e mai fatturati e dai quali sono in effetti saltate fuori ulteriori fatture per lavori recenti ma che non erano state mai esibite.

I finanzieri hanno anche trovato diversi appunti sui quali erano annotati i nomi dei clienti e le giornate lavorative di ben otto lavoratori assunti in nero, per i quali non erano mai state effettuate ritenute delle imposte e versamento dei contributi. Il titolare dell’impresa edile modicana è quindi risultato essere evasore totale negli anni 2009, 2010, 2011, considerando che per la sola Iva l’evasione ammonterebbe a circa 120mila euro. Il legale rappresentante è stato quindi denunciato alla procura: i reati ipotizzati a suo carico riguardano le violazioni per l’omessa presentazione della dichiarazione annuale ai fini delle imposte dirette e dell’Iva.

Le attività di controllo dei finanzieri proseguiranno nella selezione e nel controllo dei casi più eclatanti di evasione fiscale, che, oltre a determinare un grave danno per la collettività, consentono agli evasori di poter garantire prezzi più vantaggiosi sul mercato, dando luogo ad una vera e propria concorrenza sleale ai danni di tutte quelle imprese che pagano regolarmente le imposte.