Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1544
MODICA - 15/01/2013
Cronache - In manette Mohammed Filadi, 32 anni

Marocchino arrestato per favoreggiamento immigrazione

L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal tribunale di Siracusa, competente per territorio, ed eseguita dalla Polizia di Modica su accordi con il personale della Squadra mobile aretusea

Con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina gli agenti del commissariato di Modica, diretti dal vice questore aggiunto Maria Antonietta Malandrino, hanno arrestato il marocchino Mohammed Filadi, 32 anni. All’immigrato sono stati concessi i domiciliari. L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal tribunale di Siracusa, competente per territorio, ed eseguita dalla Polizia di Modica su accordi con il personale della Squadra mobile aretusea. Il marocchino è già noto per reati contro il patrimonio e per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Filadi è stavolta finito in manette per avere favorito la permanenza illegale di tre nordafricani sul territorio nazionale mediante fittizi rapporti di lavoro, guadagnandoci circa 6mila euro. Il marocchino, in concorso con un altro soggetto residente in provincia di Siracusa, aveva organizzato il raggiro tramite dichiarazioni fasulle di emersione dal lavoro irregolare agli uffici competenti. Pare che l’immigrato avesse fatto falsamente risultare i tre nordafricani come dei lavoratori in nero impiegati nelle serre, simulandone la regolarizzazione con la loro fuoriuscita, solo sulla carta, dal lavoro sommerso. Ma la polizia, anche tramite controlli incrociati con i terminali degli uffici competenti e con la collaborazione dei funzionari, ha scoperto l’inganno, facendo scattare le manette ai polsi del marocchino direttamente nella sua abitazione di Modica, dove gli agenti sono andati a prelevarlo.