Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 681
MODICA - 05/01/2013
Cronache - Pare che i carabinieri abbiano già individuato il presunto autore del doppio rogo

VIDEO - Scopre una storia e brucia 2 auto

I proprietari della "Mercedes" e della "Yaris" incendiate avrebbero avuto una tresca amorosa Foto Corrierediragusa.it

Ci sarebbe un movente passionale alla base del doppio incendio d’auto verificatosi l’altra notte in due differenti zone del quartiere Sorda e che ha provocato parecchio spavento tra gli inquilini di un condominio, che temevano per la loro incolumità. Nel video sotto le fasi dello spegnimento dell´incendio della "Mercedes" ad opera dei vigili del fuoco. (Riproduzione vietata)



Erano da poco trascorse le 3 quando le fiamme hanno avvolto una “Mercedes” in via Resistenza Partigiana e una “Toyota Yaris” in via Risorgimento. I due incendi dolosi sono stati appiccati quasi in contemporanea dalla mano del piromane, che evidentemente, si è spostato da un punto all’altro per compiere il gesto criminoso, coprendo in pochissimo tempo il breve tragitto.

I carabinieri hanno avviato le indagini. Pare che alla base di quanto accaduto vi sia la ripicca del "terzo incomodo" che avrebbe scoperto una presunta relazione extraconiugale  tra i proprietari delle due auto, i quali pare si frequentassero da qualche tempo in maniera piuttosto assidua.

Lui, il proprietario della “Mercedes”, e lei, alla quale è intestata la “Yaris”, non si sarebbero comunque spiegati i motivi di un gesto così spropositato. Pare comunque che il “terzo incomodo” non avrebbe affatto gradito la presunta tresca, una volta scoperta. Sembra che i carabinieri abbiano già individuato il presunto autore del doppio rogo, che sarebbe già stato sottoposto ad interrogatorio, dal quale non è al momento trapelato nulla. Non è escluso che a carico del presunto piromane, se fossero accertate le responsabilità, possa scattare quantomeno una denuncia.

Tornando al doppio incendio, spento da due squadre dei vigili del fuoco in pochi minuti, l’apprensione di alcuni residenti è stata parecchia. Le fiamme hanno altresì parzialmente liquefatto quattro cassonetti di plastica per la raccolta dei rifiuti, due in via Resistenza Partigiana e altrettanti in via Risorgimento, danneggiando seriamente le due auto.

Le alte lingue di fuoco sono state tuttavia spente prima che lambissero in particolare un vicino edificio di via Risorgimento, i cui condomini, strappati al sonno, si sono riversati in pigiama sul balcone per seguire, abbastanza inquieti, le concitate fasi dello spegnimento delle fiamme da parte dei pompieri.