Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:27 - Lettori online 859
MODICA - 12/12/2012
Cronache - Ladri sempre più audaci

Furto in macelleria e scippo in centro a Modica

Pare che la polizia sia già sulle tracce dei ladri, anche grazie alle testimonianze raccolte

Ladri sempre più audaci. Un furto con scasso è stato portato a termine in una macelleria della centralissima via Vittorio Veneto nel corso della notte. Il titolare non ha potuto fare altro che prendere atto dei danni causati dall’irruzione nel locale che affaccia sulla strada. E’ proprio da qui che è stata forzata la porta di ingresso, il locale non è infatti dotato di saracinesca. Dopo avere forzato la porta i malviventi hanno rovistato nel registratore di cassa e lo hanno poi asportato. La visita è stata poi completata nei locali del laboratorio alla ricerca di contanti o altri oggetti. Il titolare non ha rilevato altri danni e non gli è rimasto che denunciare il fatto. Il locale non è dotato di allarme o di sistema di rilevazione a circuito chiuso per cui i malviventi hanno potuto agire indisturbati nonostante la zona sia densamente popolata ed attraversata in tutte le ore dal flusso veicolare.

Nella serata di ieri inoltre, sempre nella stessa zona, una traversa del viale Medaglie d’oro, una donna di 69 anni, è stata scippata mentre attraversava la strada. Un giovane si è avvicinato alla donna e con un colpo fulmineo ha afferrato la borsa lasciando di sasso la malcapitata. Lo scippo ha fruttato poche decine di euro e la perdita degli effetti personali ma ha causato tanta paura nella vittima. Preoccupa comunque la recrudescenza di atti operati da malviventi che non si preoccupano dei rischi che corrono e prendono di mira chi capita a tiro. Pare che la polizia sia già sulle tracce dei ladri, anche grazie alle testimonianze raccolte. Le manette potrebbero dunque scattare a breve.