Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 854
MODICA - 28/11/2012
Cronache - Da Marina di Modica al centro storico della città la situazione è preoccupante

Impennata di furti in casa a Modica

Da mesi in via Garibaldi, centrale arteria della viabilità cittadina, le lampade funzionanti sono alternate con ampie zone di penombra Foto Corrierediragusa.it

Da Marina di Modica al centro storico della città il buio o la penombra la fanno da padroni. Questa situazione è sempre più diffusa nei quartieri dove le lampade dell’illuminazione pubblica vanno in tilt al primo soffio di vento o alla prima pioggia. Le segnalazioni si susseguono all’ufficio manutenzioni ma le risposte sono sempre più rare e soprattutto tempestive. A Modica Alta, zona Pizzo (foto), alcune lampade non sono state sostituite da tempo e lo stesso accade al quartiere del Castello; la cosa si ripete al quartiere del Salvatore, solo per limitarsi al centro storico. Da mesi in via Garibaldi, centrale arteria della viabilità cittadina, le lampade funzionanti sono alternate con ampie zone di penombra. Non a caso gli episodi di microcriminalità, come imbrattamento di portoni, rotture di specchietti retrovisori delle macchine si susseguono.

In qualche caso si sono registrati anche dei furti favoriti proprio dalla possibilità di agire nell’oscurità. Lasciare le macchine in strada per molti residenti rappresenta dunque un rischio vero e proprio perché la mancanza di illuminazione nel cuore nella notte favorisce azioni vandaliche ed effrazioni. Anche a Marina di Modica il fenomeno si ripete con le stesse modalità con l’aggravante che il buio favorisce le effe razioni nelle villette. L’associazione Confronto ha segnalato fatti circostanziati al Prefetto. La segnalazione è stata accompagnata dalla richiesta di interventi mirati alla intensificazione dei controlli da parte delle Forze dell’Ordine con continui ed imprevedibili pattugliamenti per restituire la necessaria serenità fra i cittadini della frazione.