Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 193
MODICA - 26/11/2012
Cronache - Manette per Davide e Michele Frasca, rispettivamente di 21 e 22 anni

Spaccio di droga a Modica: 2 arresti

Ai due giovani sono stati concessi i domiciliari nelle rispettive abitazioni

Se ne andavano in giro con addosso hashish e marijuana. Due giovani incensurati e senza fissa occupazione, Davide e Michele Frasca, rispettivamente di 21 e 22 anni, modicano il primo, di Rosolini il secondo, sono finiti nelle maglie dei Carabinieri, che li hanno arrestati per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio. I controlli dei militari erano stati intensificati nell’ambito del fine settimana, quando i giovani si danno alla movida notturna. Ad attirare involontariamente le attenzioni dei militari è stato Michele Frasca, che, con il suo atteggiamento guardingo, era sceso dall’auto condotta dall’altro Frasca per appostarsi in un angolo semibuio di via Mercè.

E’ in questo frangente che sono intervenuti i militari, proprio mentre vi era un viavai di giovani. Dalla perquisizione personale sono così saltate fuori alcune dosi di hashish e marijuana, nonché una consistente somma di denaro in banconote di piccolo taglio. Nel frattempo Davide Frasca era sgommato via al volante dell’auto, poi rintracciata di militari grazie al numero di targa.

Il giovane modicano aveva fatto rientro a casa, dove i Carabinieri hanno trovato circa 20 dosi di hashish e marijuana, per un peso complessivo di oltre 30 grammi, nonché i presunti proventi dell’attività di spaccio, ammontanti a circa 300 euro in banconote di piccolo taglio. C’era anche tutto il necessario per il confezionamento dello stupefacente, mentre all’interno dell’auto veniva rinvenuto un bilancino di precisione. Tutto è stato posto sotto sequestro. Ai due giovani sono stati concessi i domiciliari nelle rispettive abitazioni.


io sono lo "spacciatore"
27/11/2012 | 13.53.20
michele

non mi metto qua a sbroccare o a fare altro, spero solo che il sig.antonio,il suddetto giornalista trovi quelle cose che a mio parere non ha avuto nei miei confronti, e mi contatti personalmente, lo apprezzerei da uomo a uomo,non da giornalista!!!io son qua:)