Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 1002
MODICA - 22/11/2012
Cronache - Il bottino portato via dai 2 malviventi è di mille 700 euro

Rapina alla farmacia Montalbano

Le indagini sono condotte dalla polizia, che ha visionato le riprese delle telecamere del sistema di videosorveglianza a circuito chiuso Foto Corrierediragusa.it

Hanno atteso la chiusura della giornata lavorativa per portarsi via un bottino ricco. Le aspettative di una coppia di rapinatori non sono state disattese. Il colpo portato a segno martedì sera ha difatti fruttato poco più di mille 700 euro in contanti dalla farmacia Montalbano Sgarlata di via Resistenza Partigiana. I malviventi avevano le idee ben chiaro su come, quando e dove agire, a colpo sicuro. Dopo le banche della trafficata arteria del quartiere Sorda, quindi, adesso i rapinatori prendono di mira pure le farmacie, puntando sicuro sull’incasso della giornata.

Astutamente, poi, i malviventi hanno agito nell’ora di punta, quando la strada è percorsa da un serpentone d’auto. Una mossa ad hoc per far perdere subito le tracce ed evitare inseguimenti. La rapina, come accennato, è stata messa a segno martedì sera. Erano da poco trascorse le 19,50 quando due rapinatori a volto coperto e armati di taglierino sono entrati nella farmacia, dove vi erano solo due addetti ai lavori, di cui uno riuscito a fuggire in preda al panico dalla porta posteriore, e la titolare, che stava visionando dei documenti nel retro del locale. Mentre un malvivente controllava l’ingresso, l’altro si è rivolto ad una dipendente, puntandole contro il taglierino e intimandole di consegnare il contante contenuto nella cassa: mille 700 euro circa, l’incasso della giornata.

Arraffati i soldi, la coppia di rapinatori ha inforcato l’uscita, dileguandosi a piedi con passo veloce. Pare che i due si siano diretti verso una traversa secondaria dove magari avevano un’auto parcheggiata, forse con un terzo complice ad attenderli. Le indagini sono condotte dalla polizia, che ha visionato le riprese delle telecamere del sistema di videosorveglianza a circuito chiuso. Immagini, che, forse, serviranno poco, dal momento che i malviventi si coprivano il volto con un berretto e con il bavero del giubbotto. I due indossavano delle felpe, una bianca e l’altra rossa, e pantaloni e giubbotti scuri.

I poliziotti hanno altresì sentito le tre persone presenti nella farmacia, che avrebbero riferito di una particolare inflessione dialettale, forse del Catanese. A nulla sono finora valsi i posti di blocco istituti in vari punti all’ingresso e all’uscita di Modica.

Appena qualche settimana fa i rapinatori avevano preso di mira, sempre in via Resistenza Partigiana, la banca «Monte dei Paschi», che dista qualche centinaio di metri dalla farmacia, ferendo alla mano il direttore, sempre utilizzando un taglierino. Ma il rapinatore è stato qualche giorno fa assicurato alla giustizia grazie alle indagini condotte dalla squadra mobile di Ragusa e dal commissariato di Modica, ora alle prese con quest’altra coppia di malviventi.

Nella foto di Maurizio Melia e Luca Migliore la facciata della farmacia rapinata