Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 882
MODICA - 02/11/2012
Cronache - Il pubblico ministero aveva chiesto la condanna del giovane a sei anni

Presunti abusi su una minore, imputato 25enne assolto

La sentenza assolutoria nei confronti dell’imputato è stata deliberata dal collegio penale

Era accusato di aver abusato di una ragazza modicana, che, all’epoca dei fatti, risalenti al 2005, era minorenne. Per l’imputato, un 25enne residente a Modica, è arrivata ieri l’assoluzione, ai sensi dell’articolo 530 comma 2 del codice di procedura penale sul non raggiungimento della prova. La sentenza assolutoria nei confronti dell’imputato, difeso dall’avvocato Giorgio Terranova del foro di Catania, è stata deliberata dal collegio penale presieduto dal giudice Antongiulio Maggiore.

Al termine della sua requisitoria, il pubblico ministero Gaetano Scollo aveva chiesto la condanna del giovane a sei anni di carcere, incentrando l’accusa sulla credibilità della presunta vittima, costituitasi parte civile tramite l’avvocato Rinaldo Occhipinti. Anche nell’ultima udienza la ragazza ha confermato le accuse a carico dell’imputato, relative a presunti abusi che si sarebbero consumati durante dei momenti di intimità in auto, in una zona periferica del quartiere Sorda, ritrovo abituale delle coppiette in cerca di privacy.

Evidentemente la versione dei fatti fornita dalla giovane modicana e sostenuta in aula dal difensore di fiducia, che aveva chiesto il massimo della pena e il risarcimento danni per la parte civile, non ha del tutto persuaso i giudici. Nel corso della camera di consiglio, difatti, il collegio penale ha condiviso la tesi difensiva che scagionava l’imputato dalla pesante accusa, che sarebbe stata mossa da motivi personali. I giudici si sono presi 90 giorni di tempo per il deposito delle motivazioni della sentenza di assoluzione.