Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 745
MODICA - 15/10/2012
Cronache - Dovranno comparire dinanzi al giudice pure 6 clienti

Truffa aggravata: rinvio a giudizio per venditore d´auto

I militari avrebbero accertato che la tassa automobilistica non veniva riattivata subito dopo il perfezionamento dell’atto di compravendita delle auto usate

Truffa aggravata e continuata in concorso. Con questa accusa il titolare di un autosalone di Modica e sei clienti sono stati rinviati a giudizio dal gup. Il prossimo sette gennaio dovranno quindi comparire dinanzi al giudice monocratico il commerciante Salvatore Santocono, titolare dell’omonimo autosalone, nonché i sei clienti.

Stando a quanto accertato dai Carabinieri nel corso delle indagini protrattesi per un quinquennio, dal 2006 al 2011, il titolare dell’autosalone avrebbe venduto una mezza dozzina di auto usate, alcune anche di grossa cilindrata, senza aver riattivato preventivamente il bollo, sospeso mentre le vetture erano in esposizione, come da prassi. I militari avrebbero accertato che la tassa automobilistica non veniva però riattivata subito dopo il perfezionamento dell’atto di compravendita, sicché gli automobilisti giravano con l’auto priva di bollo pagato, a volte ignari della situazione.

Pare però che la tassa fosse poi pagata con un ritardo di appena una settimana, e pertanto la difesa ha tenuto ad evidenziare in udienza preliminare che, pur trattandosi di un reato grave, quello di truffa aggravata, nella fattispecie è riferente a fatti irrilevanti, in quanto la tassa si riferisce a quatto o cinque giorni di scopertura, pari a pochi euro di risparmio. Tutto ciò, secondo la difesa, non giustificherebbe il dolo da parte degli imputati, che, comunque, sono stati rinviati a giudizio.