Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 868
MODICA - 12/10/2012
Cronache - Molti i disagi anche perchè il rogo si è sviluppato nell’ora di punta

Fiamme sulla ex 115, panico automobilisti e traffico in tilt

Nessun ferito, ma ci sono volute tre ore per spegnere l’incendio Foto Corrierediragusa.it

Hanno persino lambito la sede stradale le fiamme sviluppatesi ieri nella scarpata sottostante la ex statale 115, all’imbocco del ponte Guerrieri in direzione Ragusa, nei pressi della zona del campo sportivo Caitina.

Il fuoco ha creato apprensione tra gli automobilisti, nessuno dei quali è per fortuna rimasto ferito, anche grazie al coordinamento della polizia locale e dei vigili del fuoco, la cui squadra operativa è intervenuta dal comando provinciale di Ragusa, essendo i colleghi di Modica impegnati in un intervento nello Sciclitano, dove insisteva un albero pericolante sulla strada. Anche la squadra di Modica ha poi fornito manforte ai colleghi di Ragusa nello spegnimento del rogo, la cui causa potrebbe essere dolosa, seppure al momento manchi la certezza.

Le fiamme, sospinte dal vento, si sono propagate rapidamente ai due lati della scarpata, invadendo in parte la strada trafficata da parecchie auto, vista l’ora di punta. L’incendio è difatti divampato intorno a mezzogiorno. La ex statale 115 è stata chiusa al traffico veicolare, per consentire una manovra più agevole ai pompieri nello spegnimento delle fiamme, che sono state domate dopo circa tre ore di lavoro. Nel frattempo l’intera città, come già accaduto in passato anche a causa di incidenti sulla stessa arteria, è rimasta paralizzata da via Nazionale al quartiere Sacro Cuore, passando per la zona del Polo commerciale, dove si sono subito formate lunghe code di automezzi. La situazione è tornata alla normalità poco dopo le 14,30.