Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 24 Febbraio 2018 - Aggiornato alle 19:44
MODICA - 17/09/2012
Cronache - I nuovi sensi unici spariranno a breve

Incidente a Modica Alta. Ritorna la originaria viabilità

E’ rimasto ferito, per fortuna in maniera lieve, un residente molto noto e benvoluto a Modica Alta, G.A.
Foto CorrierediRagusa.it

Ci voleva un incidente stradale, per fortuna con un ferito non grave, per far recedere a tempo di record l’amministrazione comunale dall’abolire la nuova viabilità a Modica Alta, ripristinando i sensi di marcia originari. Due decisioni tanto repentine quanto evitabili.

Il cambio di viabilità, con tutta una serie di divieti d’accesso da far confondere chiunque, era stato dettato da non meglio specificate esigenze, senza concertazione o preavviso per i residenti. Ora invece il dietrofront per arginare il caos e il malcontento di commercianti ed automobilisti. Intanto giovedì scorso, come accennato, si era verificato un incidente.

Un’auto condotta da un modicano aveva messo sotto un pedone, un 54enne molto noto e benvoluto a Modica Alta, G.A., provocandogli delle lesioni ad una caviglia. L’uomo, subito condotto al pronto soccorso del «Maggiore», se l’era cavata con una fasciatura ed una prognosi di una settimana. L’incidente si era verificato in via Cavour, una delle traverse di via Loreto.

L’automobilista aveva spiegato ai Carabinieri, intervenuti per i rilievi, d’essersi confuso a seguito del cambio di viabilità, vedendosi parare all’improvviso davanti il pedone, pure lui a sua volta disorientato dall’auto che era apparsa da una direzione «inconsueta». In effetti l’automobilista aveva mostrato buoni riflessi, tirando una frenata resa vana, però, dall’asfalto viscido a causa di una perdita d’acqua dalla rete idrica comunale, peraltro più volte segnalata dai residenti agli uffici comunali competenti. Quasi superfluo aggiungere che l’incidente avrebbe potuto comportare conseguenze più gravi.

Sabato c’è stato un sopralluogo, capitanato dal vice sindaco Giorgio Cerruto, con al seguito gli infuriati residenti e alcuni consiglieri comunali che hanno preteso ed ottenuto la marcia indietro dell’amministrazione. A breve si ritorna quindi alla vecchia viabilità. Resta un quesito: da chi vengono «partorite» certe pensate che comportano il classico effetto boomerang a spese dei cittadini?

Sopra, la zona di San Giovanni nei pressi del luogo dell´incidente