Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 18 Novembre 2017 - Aggiornato alle 15:46 - Lettori online 370
MODICA - 15/09/2012
Cronache - E’ intervenuta la sezione operativa navale di Pozzallo della Guardia di Finanza

Sequestrati 400 ricci pronti per il mercato

Sono stati reimmessi in mare al largo di Marina di Modica, in contrada Pisciotto

Erano destinati ai migliori ristoranti di Siracusa i 400 ricci sequestrati dalla Sezione operativa navale di Pozzallo della Guardia di Finanza. Un pescatore siracusano è stato bloccato a bordo della sua imbarcazione al largo di contrada Pisciotto nei pressi di Marina di Modica con il quantitativo di ricci. Il pescatore dovrà pagare mille euro di multa per avere ecceduto nella pesca dei ricci.

L’azione preventiva delle Fiamme Gialle è volta anche a tutelare i consumatori visto che i ricci sono immessi sul mercato senza certificazioni igienico – sanitarie. I ricci sequestrati sono stati restituiti al mare in quanto ancora vivi. L’attenzione degli uomini della Guardia di Finanza è stata diretta, oltre che alla raccolta indiscriminata dei ricci di mare, anche alla tutela dell’ecosistema costiero spesso messo a dura prova dall’esercizio della pesca a strascico perpetrata a poche centinaia di metri dalla costa con motobarche di grossa stazza, con grave pregiudizio per gli operatori della piccola pesca.

Nei giorni scorsi un mezzo navale «off shore» della Finanza nelle acque di Capo Scalambri, durante un servizio di pattugliamento costiero, ha sorpreso un motopesca della marineria di Scoglitti, intento ad esercitare la pesca a strascico in zona vietata. Per l’illecita attività è stata comminata al capobarca una sanzione amministrativa pari a quattro mila euro col sequestro degli attrezzi e del pescato.