Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1239
MODICA - 04/09/2012
Cronache - Hanno agito due rapinatori, di cui uno armato di taglierino

Colpo di 5mila euro alla "Monte Paschi". Ferito cassiere

Non è escluso che ad attendere i due rapinatori vi fosse un terzo complice, magari a bordo di un’auto Foto Corrierediragusa.it

E’ di circa 5mila euro il bottino della rapina lampo in banca messa a segno stamani alla «Monte dei Paschi di Siena» da due malviventi a volto scoperto, di cui uno armato di taglierino, con il quale ha ferito, per fortuna in maniera lieve, un cassiere. Il colpo si è registrato poco dopo le 10.30 nella filiale dell’istituto di credito di via Resistenza Partigiana. I due rapinatori, entrambi di giovane età e , a quanto pare, di nazionalità italiana, hanno agito in maniera fulminea, con notevole sangue freddo.

Entrambi erano entrati come dei normali clienti, con in testa un cappellino con visiera per evitare d’essere ripresi in faccia dalle telecamere del sistema di sorveglianza a circuito chiuso. Poi uno dei due ha scavalcato il bancone di una delle casse, intimando all’impiegato la consegna del contante. Lo stesso impiegato, che mostrava riluttanza ad assecondare il rapinatore, è stato lievemente ferito alla mano destra con il taglierino, che, come si sa, non viene rilevato all’ingresso delle banche. Il cassiere, con la mano sanguinante, ha allora consegnato al determinato malvivente contante per circa 5mila euro, mentre il complice teneva sotto controllo gli altri impiegati e i clienti. Poi entrambi sono fuggiti a piedi, per poi dirigersi verso una traversa che conduce a Modica centro.

Non è escluso che ad attendere i due rapinatori vi fosse un terzo complice, magari a bordo di un’auto. I posti di controllo istituiti dalla Polizia non hanno dato esiti positivi. Gli agenti sono intervenuti dopo l’allarme che uno dei cassieri è riuscito a far scattare quando i malviventi si erano oramai eclissati. I poliziotti hanno effettuato i rilievi, trovando tracce e accumulando indizi. Al vaglio anche le immagini girate dalle videocamere della sorveglianza. Non è escluso che possa trattarsi di malviventi giunti da fuori provincia, ma ogni pista resta al momento aperta. Il colpo si è verificato quando la zona era trafficata da auto e pedoni, eppure nessuno si sarebbe accorto di nulla.