Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1192
MODICA - 01/09/2012
Cronache - Il titolare di un supermercato del centro storico multato di oltre 3mila euro

Beve latte avariato appena comprato, finisce in ospedale

Sequestrate 30 confezioni di latte andato a male Foto Corrierediragusa.it

Accusa improvvise fitte lancinanti all’addome dopo aver bevuto un bicchiere di latte. Un 30enne modicano finisce in ospedale per intossicazione, ma, per sua fortuna, se la cava con un attacco di dissenteria e vomito. Tutto causato dal latte, che, dopo un controllo della confezione, è risultato essere scaduto da ben dieci giorni. Il malcapitato consumatore, dopo essere stato dimesso dal pronto soccorso dell’ospedale «Maggiore», ha quindi sporto denuncia ai carabinieri e alla guardia di finanza, che, ieri mattina, si sono recati nel supermercato a conduzione familiare sito in centro storico, dove l’uomo aveva acquistato il cartone di latte.

Con non poco stupore, militari dell’arma e finanzieri hanno accertato che, esposti sugli scaffali del locale di generi alimentari, vi erano altre 30 confezioni del latte della stessa marca acquistata dal modicano, anche queste scadute da un minimo di cinque ad un massimo di dieci giorni. Ovviamente tutte le confezioni sono state poste sotto sequestro dalle forze dell’ordine, che hanno altresì elevato un maxi verbale di oltre 3mila euro al titolare del supermercato. Pare che il commerciante si sia giustificato asserendo di non essersi accorto che le confezioni di latte poste in commercio nel proprio locale fossero scadute.

Una versione dei fatti che ha convinto poco carabinieri e fiamme gialle, dal momento che la scadenza del prodotto non era risalente a 24 o 48 ore prima, ma addirittura a una decina di giorni fa. Per questo motivo il titolare del supermercato è stato segnalato alla procura, che, adesso, dovrà vagliarne la posizione e le eventuali responsabilità. Pare che, dai controlli effettuati nel supermercato, solo le 30 confezioni di latte ancora poste in vendita sono risultate scadute. Diversi prodotti freschi e quindi facilmente deperibili, però, come yogurt e altri latticini, pare presentassero sulla confezione una data di scadenza molto ravvicinata. Le forze dell’ordine raccomandano dunque ai consumatori di leggere con attenzione la data di scadenza apposta sulle confezioni di prodotti, prima di acquistarli, segnalando eventuali anomalie, come accaduto nel caso di specie.