Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 1137
MODICA - 07/08/2012
Cronache - Il pensionato è stato inghiottito da un rogo a Frigintini

Anziano 81enne strappato alle fiamme, ricoverato in gravi condizioni

Il malcapitato ha riportato ustioni di primo e secondo grado sul 30% del corpo, è al "Cannizzaro" di Catania Foto Corrierediragusa.it

Un anziano pensionato è stato strappato via dalle fiamme ieri mattina da alcuni, coraggiosi soccorritori che si trovavano provvidenzialmente in contrada Campanella, dove il fuoco stava divorando le sterpaglie di un campo incolto. In caso contrario, per il modicano di 81 anni non ci sarebbe stato scampo. G.Z., queste le iniziali, ha riportato comunque ustioni di primo e secondo grado sul 30% del corpo e le sue condizioni restano pertanto gravi.

L’anziano si trova ricoverato in prognosi riservata al centro grandi ustionati di Catania, dove i medici lo stanno tenendo sotto constante monitoraggio, in attesa di poter procedere con la cura delle ustioni e il reinnesto cutaneo. Operazioni non facili vista l’età avanzata del pensionato, che sta lottando con la morte. L’uomo ha riportato la maggior parte delle ustioni al volto e alle braccia.

L’81enne, ospite di una casa di riposo di Frigintini, come ogni mattina stava facendo la sua passeggiata. Poi all’improvviso il divampare delle fiamme e il denso ed acre fumo che si sprigionava dal campo incolto avranno fatto perdere il senso dell’orientamento all’anziano, che si è raggomitolato su sé stesso, gridando per richiamare l’attenzione. Una lucidità, quella dell’anziano, che gli ha salvato la vita, perché un agricoltore e il figlio, che stavano osservando il campo in fiamme, hanno udito le grida, tirando fuori dal rogo il malcapitato pochi minuti prima che fosse troppo tardi.

Determinante quindi l’intervento dei soccorritori, che, incuranti del rischio che correvano a loro volta e riportando qualche bruciatura alle braccia, hanno tratto in salvo l’81enne, poi adagiato all’interno di un’auto, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza del 118 «Cmr Modica 1», l’unica al momento in servizio per coprire l’intero territorio modicano nel mese di agosto. Erano le 11.30 circa quando il mezzo di soccorso condotto da due autisti soccorritori e con a bordo il medico ed un infermiere, sono giunti a Frigintini, prestando le prime cure all’anziano.

Contestualmente, viste le condizioni della vittima, veniva chiamato l’elicottero dell’elisoccorso giunto da Caltanissetta e atterrato nel campo sportivo in terra battuta dell’impianto «Tantillo» di Frigintini, per condurre direttamente l’anziano nell’ospedale del capoluogo etneo, senza passare per il «Maggiore» di Modica, al fine di accelerare i tempi. Tutto questo mentre due squadre dei vigili del fuoco e la Forestale si prodigavano nello spegnimento del rogo, circoscritto al campo incolto e le cui cause sembrerebbero accidentali. Le fiamme, alimentate dal vento caldo e dagli oltre 40 gradi al sole, hanno divorato solo delle sterpaglie.