Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1287
MODICA - 31/07/2012
Cronache - Delude il programma estivo, nonostante i ben 70mila euro spesi

A parte Gino Paoli e Chiara Civello (a pagamento), Marina di Modica out

E i 2 concerti sono pure a pagamento: 15 euro a testa! Foto Corrierediragusa.it

Sono Gino Paoli (foto) e Chiara Civello gli unici nomi di richiamo dell’estate di Marina di Modica, che, nonostante sia costata la bellezza di 70mila euro, non sta entusiasmando residenti e villeggianti. E i concerti di Paoli e della Civello, per giunta, sono a pagamento: 15 euro a cranio! Quasi una beffa se si pensa che nel resto della provincia, a Scoglitti, per esempio, si organizzano delle belle serate con cantanti del calibro di Anna Oxa, Nikky Nicolai e Raf a costo zero per i cittadini e i turisti.

Ma nonostante un programma scarno e il prezzo del biglietto per i due unici concerti di richiamo, Marina di Modica, nel bel mezzo dell’estate, resta semi deserta, tra il malcontento generale, compreso quello dei commercianti, che hanno visto drasticamente diminuire il volume d’affari anche per via delle contestate bancarelle per la vendita di rustici e altre specialità culinarie, che rientrano nel programma estivo e sono state posizionate in piazza Mediterraneo, mentre i locali restano vuoti. Gli appuntamenti con il cinema estivo si segnalano per una manciata di blockbuster e la riproposizione di titoli più datati.

Tornando agli spettacoli live, come accennato, Gino Paoli si esibirà martedì prossimo, per la gioia delle persone più attempate. I giovani, che magari non moriranno proprio dalla voglia di ascoltare «Sapore di mare» o altri classici «paolini», potranno rifarsi cinque giorni dopo, domenica 12 agosto, con il concerto di Chiara Civello, la cantante jazz di origini modicane reduce dalla delusione scaturita dalla partecipazione all’ultimo Festival di Sanremo, dov’è stata eliminata in semifinale con il brano "Al posto del mondo", che pure era godibile e prometteva bene.

Al di là di questi due nomi, il resto del cartellone è caratterizzato da esibizioni musicali, e non, di illustri sconosciuti (o quasi) di provenienza locale o comunque siciliana. Il comune non ha pubblicizzato più di tanto gli eventi (e non se ne capisce il motivo). In verità, la scaletta delle manifestazioni estive è stata pressoché stravolta rispetto ai programmi iniziali, e non è detto che la scaletta, diciamo definitiva, possa variare ancora all’ultimo minuto, come accaduto fino alla scorsa settimana. Sarebbe interessante capire come siano stati spesi, nel dettaglio, questi 70mila euro, dal momento che, a parte Paoli e la Civello, tutto il resto è (quasi) noia.


31/07/2012 | 18.05.40
Marcello

Mi pare sia esagerato sostenere che Gino Paoli e Chiara Civello siano poco per Marina di Modica...a me sembra che in tempi di conti in rosso e di crisi economica, siano più che sufficienti.
Il problema è che la rivalutazione delle frazioni marinare della provincia non può passare solo per l´organizzazione di mega-eventi e spettacoli costosi fini a se stessi, ma bisogna puntare sui piccoli eventi, su iniziative culturali ed enogastronomiche, sui giovani (questi maledetti sconosciuti), sulle iniziative e i servizi a favore dei turisti, sulla pulizia e la cura delle spiagge.
Non mi sembra certo la carenza di spettacoli, alla base dei molti problemi di Marina di Modica...



Osservazioni personali
31/07/2012 | 15.59.26
Santi Ciarcià

Egregio direttore,
ho sempre apprezzato la vostra testata per il contenuto ed il taglio degli articoli proposti, scritti da giornalisti e non, come talvolta accade a livello locale, da "giornalai".
Per tale motivo consiglierei al vosto "illustre sconosciuto o quasi" critico musicale di essere più rispettoso nello scrivere nei confronti dei tanti artisti siciliani che, magari accettando un cachet da miseria, cercano di promuovere la musica e l´arte in generale.
Personalmente avrei anche io qualche critica da muovere all´organizzazione degli eventi a Marina di Modica: programmazione carente, promozione assente e totale mancanza di strutture adeguate (anche una semplice pedana). Far esibire i musicisti su una strada in pendenza è vergognoso !!!!
Ritengo alla stessa stregua però offensivo leggere che "tutto il resto è quasi noia".
Se non altro per rispetto degli spettatori presenti (magari pochi e inferiori numericamente alle previsioni) che, come nel caso del mio show, son arrivati da Catania per vedere nuovamente lo spettacolo che avevamo presentato in occasione dell´Etna Blues Festival 2012 di Mascalucia.

La saluto cordialmente

Santi Ciarcià