Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 441
MODICA - 27/09/2007
Cronache - Modica - Ieri sera da uno stabile di corso P. Maria del Belgio

32enne giù dal quarto piano:
è stato miracolato

Ha riportato fratture sparse, ma non rischia la vita Foto Corrierediragusa.it

Un ragazzo modicano di 32 anni ha compiuto un volo di circa dieci metri, dopo essersi lanciato dal quarto piano del palazzo che da su corso Maria Principessa Maria del Belgio, una delle arterie più affollate di Modica Alta. Precipitando sul marciapiede, se l’è cavata con fratture sparse e nessun danno cerebrale o alla colonna vertebrale. Inoltre non ha centrato nessuna delle persone che stavano passeggiando, anche se il corpo è volato giù a pochi centimetri da una donna, rimasta per ore in stato di shock.

Sembra la scena di un film, ma si tratta invece dell’incredibile episodio registratosi mercoledì sera, intorno alle 22, e che avrebbe potuto presentare un epilogo tragico. La gente parla già di un doppio miracolo: non solo il 32enne non rischia la vita, ma non ha neanche ferito gli altri passanti, precipitando al suolo.

Il 32enne, che in tanti a Modica Alta definiscono già un «miracolato», si era gettato dal balcone dell’appartamento, precipitando sul marciapiede dinanzi agli attoniti passanti, tra urla e sbigottimento. Il giovane sembrava morto, visto che era immobile. Immediato l’allarme al 118, la cui ambulanza è giunta in pochi minuti. Dopo i primi, frenetici minuti al pronto soccorso, dove le condizioni sembravano in apparenza gravissime, il giovane ha invece ripreso conoscenza: era solo svenuto.

Alla fine ha riportato fratture agli arti e al bacino, ma pare nulla di grave alla testa o alla schiena: in altre parole non rischia danni cerebrali o la paralisi. Il 32enne si trova adesso ricoverato nel reparto di ortopedia. Come spesso accade in questi casi, non sono ben chiare le cause che avrebbero indotto il giovane a tentare il suicidio. Pare che da qualche giorno fosse caduto in depressione, ma nulla di talmente grave da far pensare al gesto estremo. Per fortuna la tragedia è stata in questo caso evitata, secondo i cattolicissimi residenti grazie alla mano divina.